Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace















 

BiELLE Libri
Tutte le parole scritte nel 2009


Data
Libro
Critica
Recensioni pagine, ascolti
15/12/2009
"Nome di battaglia corsaro" di Silvano Rubino
Fernanda Pivano era un'entusiasta per natura. Che però una che aveva conosciuto Hemingway e Scott Fitzgerald possa andare in brodo di giuggiole per Jovanotti mi sembra un po' eccessivo. O che riservi lo stesso entusiasmo a Dylan, Springsteen Vasco Rossi, Patti Smith che forse (e dico forse prudenzialmente) hanno dato contributi diversi all'evoluzione della musica rock. La vera Pivano, la Pivano di valore sta altrove e non in questo volumetto ma la compagna di strada e attenta ascoltatrice e sincera appassionata del mondo dei cantautori, quella che negli ultimi tempi andava dicendo che i poeti in Italia non esistono più, ma ci sono i cantautori, ecco, questa è proprio lei.
 
20/08/2009
"Ai miei amici cantautori" di Fernanda Pivano
Fernanda Pivano era un'entusiasta per natura. Che però una che aveva conosciuto Hemingway e Scott Fitzgerald possa andare in brodo di giuggiole per Jovanotti mi sembra un po' eccessivo. O che riservi lo stesso entusiasmo a Dylan, Springsteen Vasco Rossi, Patti Smith che forse (e dico forse prudenzialmente) hanno dato contributi diversi all'evoluzione della musica rock. La vera Pivano, la Pivano di valore sta altrove e non in questo volumetto ma la compagna di strada e attenta ascoltatrice e sincera appassionata del mondo dei cantautori, quella che negli ultimi tempi andava dicendo che i poeti in Italia non esistono più, ma ci sono i cantautori, ecco, questa è proprio lei.
Intervista a De André
16/08/2009
"C'è tutto un mondo intorno" di Michele Monina
"Guida poco ragionata e molto autoreferenziale alla musica leggera italiana da Nilla Pizzi a Mondo Marcio". Il sottotitolo dovrebbe spiegare tutto. Il resto lo si può spiegare in poche parole. Questo libro è una stronzata. Come quasi tutti i libri di No Reply lascia con l'amaro in bocca. L'amaro per tanti baldi alberi sacrificati per produrre la carta su cui scrivere queste banalità. Resta la domanda sul "perché" lo si voglia scrivere. E soprattutto chi lo compri. .
 
15/08/2009
"The summer of love" di George Martin
Sempre, quando si scrive un libro su un solo disco, il risultato è decisamente tecnico e riservato agli appassionati assoluti. In questo caso però il disco di cui si parla è una pietra miliare come "Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band", il gruppo sono i Beatles e chi scrive il libro è George Martin, a lungo definito "il quinto Beatles", ossia l'intelligenza che è sempre stata presente nelle fatiche dei quattro di Liverpool in sala di incisione. George Martin è di un altra generazione rispetto ai Beatles (nato nel 1926, 20 anni prima degli "scarafaggi") e quando i quattro sono apparsi all'orizzonte Martin era produttore discografico per la Parlophone, attivo soprattutto nel settore dei dischi di commedie.
 
14/08/2009
"Woodstock" di Michael Lang
Novità sconvolgenti non ce ne sono. Molte curiosità sì. E soprattutto la sensazione che il Festival sia andato bene nonostante tutto, nonostante perfino la mancanza di organizzazione e di capacità previsiva su tantissime cose (dal cibo, al blocco stradale, dall'impossibilità di far pagare i biglietti, alle scalette senza capo né coda). Tutto è andato bene per il lavoro instancabile dei volontari e per il pubblico, questa immensa Woodstock Nation che ha voluto a tutti i costi celebrare tre giorni di pace, amore e musica, impegnandosi in prima persona perché questo succedesse. E' successo. E' stato un successo!
Woodstock il film in dvd
Woodstock 40 anni pagina
14/08/2009
"Taking woodstock" di Elliot Tiber
Tra tutti i libri su Woodstock, usciti impetuosi questa primavera in vista del quarantennale della manifestazione è il meno in tema. Elliot Tiber (nome d'arte di Eliyahu Teichberg) ha avuto un ruolo marginale (ma fondamentale) nell'organizzazione dei tre giorni di pace, amore e musica e il libro lo rispecchia. Ma dal suo libro è stato tratto il film di Ang Lee "Taking Woodstock" che se solo rispettasse la leggerezza del libro sarebbe un ottimo film.
Woodstock il film in dvd
Woodstock 40 anni pagina
14/08/2009
"Il tempo di Woodstock" di Gino Castaldo/Ernesto Assante
Castaldo e Assante si limitano a citare fatti, raccontare episodi, anche spezzoni di interviste, ma tutte già edite e uscite su altri libri, riviste o pubblicazioni. Niente di originale sotto il profilo documentario quindi, ma indubbiamente questo è "il" libro di cui non si può fare a meno se si vuole avere un'idea di cosa successe a Woodstock. Soprattutto perché è il libro più interessato alla musica tra quelli usciti, in secondo luogo perché contestualizza il festival nel periodo musicale.
Woodstock il film in dvd
Woodstock 40 anni pagina
21/07/2009
"Foto di gruppo con chitarrista" di Mauro Pagani
In mezzo troviamo di tutto: citazioni di luoghi e circostanze (Strippoli, la Statale, la Galleria del Corso con i bar dei musicisti e dei turnisti in attesa di ingaggio, l'apertura dei primi locali alternativi, birrerie e ristoranti, le comuni, piccole storie di malavita e grandi storie di vita) il tutto condotto con linguaggio svelto, ironia e padronanza della materia. Un libro che spinge al sorriso più volte, per come è scritto, per quello che racconta, perché ci permette di frugare nei magazzini della memoria (condivisa) e scritto troppo bene per restare opera unica.

Intervista audio

Pagina

06/06/2009
"In clandestinità" di Vinicio Capossela e Vincenzo Costantino
Nell'ultimo album di Vinicio Capossela c'è una canzone intitolata In clandestinità. Ebbene, questa canzone ha preso vita propria, si è espansa, dilatata come una notte alcolica sconfinata nel mattino ed è diventata libro. Libro che è la storia dell'amicizia corpo a corpo tra Vinicio e Vincenzo Costantino "Cinaski", dei loro alter ego Mr Pall e Mr Mall - altra canzone del disco - e di un fil rouge che li conduce nelle pieghe dei giorni tra vittorie, sconfitte e rivincite, sulla carta e nella quotidianità.

"Da solo" - pagina

11/05/2009
"I riciclisti" di Andrea Satta
E' un libro che ha la leggerezza di una curva in discesa, un tornante che merletta una montagna. E' un libro scritto su due ruote che presenta la copertina di Sergio Staino, le illustrazioni di Marta Del Prato e Licio Esposito, gli scritti di Andrea Satta e le canzoni dei Tetes de Bois, ma soprattutto le storie del ciclismo, sia quello epico degli eroi sportivi, sia quello altrettanto epico di chi in bicicletta non ci è andato per sport, ma magari per dovere o anche solo per passione. Un padre racconta al proprio figlio l'amore per la bici sull'ultima curva del Giro d'Italia che si arrampica sullo Stelvio.

Intervista audio

Pagina

27/01/2009
"L'arte dell'insonnia" di Isabella Maria Zoppi
Dieci racconti e otto canzoni. Una scrittrice di talento, una cantautrice di vaglia, una voce affascinante. Che poi sono la stessa persona, Isa, alias Isabella Maria Zoppi, una a cui definizioni e confini sono andati sempre stretti. Scrittrice, ricercatrice, cantautrice, in questo “L'arte dell'insonnia” (Editrice Zona) ha potuto far convivere felicemente le sue diverse anime. Si tratta di un libro, a cui è accompagnato un cd, o viceversa (il risultato non cambia). Con rimandi espliciti tra canzoni e narrazioni (per ogni racconto è indicato il brano da “abbinare”).
.