Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace
 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Lu Colombo: "L'uovo di Colombo"

Santo Geri officia il rito dello swing: semplice ma geniale. Uovo di Colombo!
di Leon Ravasi

E' davvero l'uovo di Colombo. Come fare un buon disco? Mettiamo assieme un ottimo musicista (Maurizio Geri, uno di quelli che trasforma in oro tutto quello che tocca), una brava cantante di quelle che-una-volta-hanno-assaporato-il-successo-ma-una-volta-sola (Lu Colombo, autrice di un hit da discoteca degli anni '80: "Maracaibo"), un gruppo di ottimi autori (Claudio Sanfilippo, Nicolis di Robilant, gli stessi Colombo e Geri, Davide Riondino, Gaita e Fasano) e l'idea di produrre nel 2004 un disco di swing che possa suonare vecchio quanto si vuole, perchè tanto suona fuori tempo massimo comunque. Shakerare bene. Unire gin a piacere. Ghiaccio tritato. E, altro che Campari Mixx Music! Il cocktail che ne esce è di grande raffinatezza e piacevolissimo ascolto.

Forse non "piglia" subito come altri prodotti consimili, ma questo potrebbe anche essere un disco di qualità. O forse del fatto che la canzone più debole del lotto sta, per infelice scelta di impaginazione, come track numero due ("Ma lui è Casanova, non pone le uova, non pone le uova / ma lui è Casanova, non possiede casa, no non vuole cosa" - "Casanova"). E' vero, anche buonaparte del resto del disco scorre sotto la traccia di un'etica demenziale e di una voglia di divertimento ben esplicitata tanto nelle parole che nella musica. Insomma, non è un trattato di filosofia teoretica. E' solo un disco di swing, ma ben fatto, divertente e niente affatto stupido.

Lu (Luisa) Colombo è protagonista di una storia particolare: coinvolta nel 1981 in una hit radiofonica e da discoteca come "Maracaibo", scritta con David Riondino 5 o 6 anni prima, anziché arrivare al successo definitivo è tornata nell'ombra dalla metà degli anni '80. Per cinque o sei anni continua a fare serate, sull'onda del successo passato, ma poi, a poco a poco, senza ritirarsi esce peraltro di scena. Nel 2001, in piena epoca remix, "Maracaibo" conosce una nuova stagione di successo e l'arrivo dei telefonini cellulari la vede tra le suonerie più scaricate. Paradosso della parallassi per un prodotto riondinesco! Lo scorso anno il ritorno con Maurizio Geri in un album di swing: questo "L'uovo di Colombo" che nel 2005 l'ha portata al Festival di Musica di Mantova. Ed è, se vogliamo dire, cohn Barbara Lagomarsino, la maggiore sorpresa per ora uscita dal MMF 2005.

Maria Luisa Colombo, tra l'altro, non è solo esecutrice, ma scrive in proprio sia testi che musica: in questo disco tre canzoni sono solo sue e altre due in compartecipazione, oltre a dare una massiccia mano sugli arrangiamenti. Ma la musica non è che una delle sue attività: "D'altra parte - dice - io non ho mai abbandonato l'attività di pittrice e restauratrice d'affreschi quindi, nel periodo in cui non ho cantato, ho preferito tornare a lavorare nella pace e nel silenzio delle chiese".

Il dato migliore del disco in questione è la capacità di sapere cambiare atmosfere: di riuscire quindi a non partire sparati e sparati morire. E anche lo swing di tanto in tanto si ammorbidisce in forma di ballata, come "Ninna nanna Rom" o "Rimini Ouuganougou". Un paio di strumentali di Maurizio Geri, come "Piccolo Valzer" e "Doppio swing" contribuiscono a spezzare il ritmo e a movimentare l'album, che comunque non è corto: 54'37" suddivisi in 16 canzoni che vanno dai 2'01" di "Gina" (una delle migliori, un riff che si incolla e non ti molla più), fino ai 4'53" di "Calienta Uevos", altro brano magnetico.

Lu non urla mai, non canta mai sopra le righe e se uno stile vuol dire non rifare esplicitamente nessuno, Lu ha stile, ha uno stile proprio. E sentire in Italia una cantante-donna che non "mineggi" (nel senso di rifare Mina) è una boccata d'ossigeno! Se poi è capace anche di scriversi canzoni che stiano in piedi da sole il gioco diventa molto più interessante. Ecco un nome da segnarsi e da non perdere d'occhio: Lu Colombo.

Lu Colombo
"L'uovo di Colombo"

Trimurti Records - 2004
In qualche negozio di dischi e sul sito di Dischi Volanti

Ascolti collegati

Ultimo aggiornamento: 05-06-2005

HOME