Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace
 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Stefano Covri: "Attimi"

Alla ricerca della beat generation
di Elisabetta Di Dio Russo

Energia pura: così si potrebbe definire FORLìVERPOOL, il primo album di Tao, il giovane artista che ripropone le mitiche suggestioni della musica della beat generation rielaborate in situazioni moderne e di grande attualità.

FORLìVERPOOL è un album che appassiona e che riesce a mettere d’accordo più di una generazione, per la straordinaria ricerca delle sonorità delle canzoni che, sembrano uscite da un viaggio nel tempo tra gli anni ’60 e ’70, e per l’immediatezza dei testi, scritti con l’autenticità del linguaggio dei giovani.

Rock, pop, canzone melodica, canzone d’autore: nell’album si riesce a conciliare i diversi stili musicali con un giusto equilibrio. Nei testi c’è l’entusiasmo della giovinezza, c’è introspezione della maturità, l’esigenza di riempire un vuoto spirituale, intellettuale, tutti elementi che la musica italiana spesso tende a dividere, a raggruppare ed etichettare col nome importante di “canzone d’autore” da un lato e, con quello deprezzato di “canzonetta”, dall’altro.

Nelle canzoni, contenute nell’album si percepisce quel sottile velo di nostalgia per il passato, conosciuto dall’autore solo attraverso la musica dell’epoca o dai racconti di chi ha vissuto negli anni beat. La musica di Tao è piacevolmente influenzata dallo stile beatlesiano, rivisitato con la consapevolezza del presente (“Solo lei”, “Innescami”).

Ottimo l’arrangiamento in chiave punk-rock della cover “Ma che colpa abbiamo noi”, brano portato al successo alla fine degli anni ’60 dal gruppo dei Rokes di Shel Shapiro che è stato anche il primo singolo di Tao.
Lo stile personalissimo di questo giovane artista riesce ad armonizzare la profondità della canzone d’autore con la leggerezza della musica pop. Tao rielabora con atmosfere vintage i temi comuni alle nuove generazioni, ponendosi domande, cercando risposte. Nasce così un garbato compromesso tra le melodie leggere e le parole non prive di contenuti.
Il tema dell’amore è ricorrente in tutto l’album: amore per la vita, per la musica, per l’amore. (“Se l’amore fosse un bluff”, “La musica ed io”. Toccante “Primo amore”, canzone scritta sulla base di una tragica esperienza vissuta dall’autore, in cui la vita e la morte sono messe a confronto e dove, su un grande dolore, è la speranza a vincere perché nulla finisce ma si trasforma). Tra i brani più espressivi, oltre “Primo amore”, “Ultimo”, “Fine”, e “Bello” che tende ad un rock più incisivo.

FORLìVERPOOL è curato nei minimi particolari, dalla copertina che ritrae in una foto d’epoca, in perfetto stile anni ’60, i genitori dell’autore, al cd che sembra un vecchio disco in vinile. Nel booklet, tutto rigorosamente in bianco e nero, accanto ai testi delle canzoni, le frasi appartenute a personaggi celebri tra cui Gibran, Wilde, Whitman, Lennon rafforzano lo stile di Tao, si fondono piacevolmente alle parole delle canzoni e fanno capire che tra presente e passato ci può essere una profonda intesa .

Tao
"FORLìVERPOOL"

Azzurra Music/D'Autore - 2004
Nei negozi di dischi

Ascolti collegati

Ultimo aggiornamento: 13-03-2005

HOME