Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Les Ondes Martenot: Progetto di Cd

di Leon Ravasi

Canzoni preziose, atmosfere dense, in bilico tra infanzia e schizofrenia, tra trasvolate oceaniche e guadi di fiumi. Les Ondes Martenot vengono da Livorno, patria di Piero Ciampi, di cui danno una versione da Oscar di "Madonnina del 2000" e, come logico, non hanno un contratto discografico. Sennò dove è il gusto di fare musica intelligente e fuori dagli schemi? Formazione a cinque (voce, basso, batteria, violoncello e chitarra), con il violoncello che si assume un ruolo narrante e di primo piano, caratterizzando il suono. Il resto lo fa la voce di Luca Checchi, non assimilabile a nessuno, caratteristica, riconoscibile ed espressiva.

Il demo che ho in mano contiene solo cinque canzoni, sufficienti per farsi un'idea delle potenzialità del gruppo, troppo poco per la voglia d'ascolto che rimane. L'ultima canzone "Abbulibirbi umani" si avvale di uno dei testi piu' stralunati degli ultimi tempi, ma èinnegabile che, proprio per questo, affascini. Les Ondes Martenot hanno partecipato (e vinto) quest'anno (2002) al Progetto De Andre', Citta' di Desio per il miglior testo.

"La prepotenza mostra eleganza e ti troverà a sfrecciare nei giorni feriali a intralciare nei giorni festivi il traffico tra le automobili per i più provvidi tuoi motivi. E gli vivi van troppo lenti, troppo veloci, morte precoce li coglierà" ("Abbi pazienza").

Les Ondes Martenot
Progetto di Cd

Per contatti: leonardopalmerini@inwind.it
Sito web: http://www.lesondesmartenot.it

 

Ascolti collegati

Ultimo aggiornamento: 07-11-2004

HOME