Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace
 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Manini & Barbini: "Le stanze dei giochi"

Dialogo tra un negoziante e un ascoltator curioso
di Giorgio Maimone

Cos’è questo disco? E’ nuovo. Ha una gran bella copertina. E anche un titolo accattivante: “Le stanza dei giochi”. Ma chi sono Manini & Barbini?

“Non ne ho la minima idea. E’ il disco di uno che è venuto a portarmelo, chiedendomi di tenerglielo in conto vendita. Ma finora non l’ho ancora ascoltato. Se vuoi lo mettiamo su”.

“E’ un peccato interrompere questi. Chi sono?”

“Widespread Panic. Ma ci sarà tempo. Ascoltiamo “Le stanze dei giochi”.

E parte subito una fisarmonica all’unisono con una chitarra acustica e un’accattivante macchina ritmica (basso e batteria) che crea un clima da festa di paese. La voce gioca in parte in contrasto con il clima musicale che si è instaurato. Più teatrale, leggermente sopra le righe, spinge il pedale verso il grottesco.

“Non è male, vero? Intrigante”. “Ok, li prendo. Ma davvero non ne sai nulla?" "No, credo che siano di Milano o dintorni e sostanzialmente autoprodotti: Dischi Putiferio, mai sentiti, numero di catalogo 001. Non è che abbiano fatto molto finora, eh?”.

Ma Manini & Barbini mi sembrano un po’ troppo scafati per essere dei semplici esordienti. I testi sono ironici e graffianti, le musiche bel strutturate, guidate dalla fisarmonica, ma tuttaltro che scarne (chitarre, violino, percussioni). Il libretto viene in aiuto? Solo in parte: l’album è ricco di belle illustrazione provenienti delle matite di Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti), Luca Enoch (l’autore della copertina dei Lou Dalfin), Akab, Michele Calzavara e altri. Troppo grazia! Poi tra gli ospiti spicca Lorenzo Monguzzi dei Mercanti di Liquore. E in un brano c’è anche Piero Mucilli, sempre dei Mercanti, non solo ma il brano in questione “L’acaro”, è registrato presso gli studi Mezzanima di Arcore (sempre Mercanti). Il che fa supporre perlomeno una vicinanza geografica.

Che c’è. Santo Internet viene in aiuto dell’ascoltator curioso. Daniele Manini e Roberto Barbini vengono da Monza e da diversi anni lavorano a progetti musicali e teatrali. Iniziano a lavorare con i Faded Image, con cui incidono un disco e poi Manini fonda il Circo Fantasma, in cui ben presto entra anche Barbini. E i Circo Fantasma incidono due album molto interessanti: il bellissimo “Ninna nanna per la classe operaia” nel 1997 (che deve più che qualcosa nel titolo al gruppo di rock minimalistico americano Lullaby for the working class) e “Tempi migliori” nel 1999. In “Ninna nanna per la classe operaia” spiccano due brrani: una “Canzone del maggio” molto tesa, in omaggio a Fabrizio De André, ma in tempi non sospetti (Fabrizio era vivo) e “Factory”, densa e sugosa cover di Bruce Springsteen che ci guadagna pure qualcosa diventando “La fabbrica”. Sia al primo che al secondo disco collaborano gli Yo Yo Mundi al completo.

Dopo un terzo disco meno riuscito, “Ad un passo dal vuoto” (2001), Manini & Barbini escono dal gruppo e iniziano a lavorare al progetto che si tradurrà ne “Le stanze dei giochi”. Sono sei “stanze” che ci tocca attraversare, sei stanze che rappresentano sei stati nella vita: La stanza dell’amore, quella della famiglia, la stanza del consumo, quella del lavoro, la stanza dello svago e quella da bagno. A ogni stanza corrispondono due o tre canzoni. L’impianto, anche qui come in molte delle cose migliori che abbiamo sentito negli ultimi tempi, è teatrale e tra le note recuperate su internet si trova anche scritto che i due stanno preparando un recital basato su alcune delle canzoni del cd.

Il disco si ascolta molto volentieri e passeggiare in mezzo a testi intelligenti e ficcanti è sempre un piacere, ma sembra evidente che manchi una parte “visuale” per poter gustare al meglio la proposta, come peraltro mostra adeguatamente il brano multimediale allegato al cd. Per il resto tanta curiosità.


Manini & Barbini
"Le stanze dei giochi"

Dischi Putiferio - 2004
In alcuni negozi di dischi o sul sito

Ascolti collegati

Ultimo aggiornamento: 05-09-2004

HOME