Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace
 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Ginevra Di Marco: "Disincanto"

Melodie geometiche, pitagoriche, simmetriche
di Federico Ferri

Sarà il bianco della copertina, sarà la linearità un po' primitiva dell'artwork, ma il nuovo album di Ginevra Di Marco, "Disincanto" (http://www.ginevradimarco.com), mi dà l'idea di un ninnolo d'avorio, di un gioiello intagliato da mani ancora giovani e agili, ma già esperte di vita (sette anni lo separano dal precedente "Trama tenue", l'esperienza coi Pgr, la maternità).

Undici canzoni. Nessuna inutile. Le melodie sono geometriche, pitagoriche, simmetriche quasi, ma affidate a un ritmo che, quando meno te lo aspetti, le disarticola, le smonta e le rimonta, e a un'armonia essenziale, ma sapiente, con accordi capaci di creare dislivelli, attese e improvvise rincorse verso gli spazi aperti degli incisi. Sempre efficaci, spesso inattesi nello svolgimento, sia ritmico che melodico.

E' un disco di tempi medi (o lenti), una passeggiata meditativa, una riflessione fatta, insieme, con il cuore e con la ragione. Anche gli arrangiamenti (essenziali ma suggestivi) s'adeguano a questo spirito, a questo incedere calmo, anche se sicuro, coraggioso, e sottolineano opportunamente le immagini, affidate a nuclei metaforici mai facili, ma pur sempre semplici, accessibili a chi abbia vissuto (o stia vivendo) un momento di passaggio, di resa dei conti, più o meno serena.

Su tutto, poi, domina la voce di Ginevra, con la sua pasta soul educata dal canto sacro e popolare, con le sue alchemiche trasformazioni dall'ottone all'argento fino alle trasparenze turchesi del cielo. Un cielo guardato, anelato, criticato, comunque sempre da terra.

La track list è la seguente: Tribale / Andirivieni / Fedeli differenti / Hannorè / J / No Exit / La Buona Fortuna / La Rete
Passero / Io-Tu / Madre Severa. E la formazione che ha fatto il disco è: Ginevra Di Marco – voce, Francesco Magnelli – pianoforte e magnellophoni, Andrea Salvadori – chitarre, tzouras, Massimiliano Gambinossi – chitarre, Eu – basso
Marzio Del Testa – batteria e percussioni.

TRIBALE

"Altri nasceranno
E conosceranno quanto noi non vediamo
Altri ancora arriveranno a vedere
Quanto noi non conosciamo"

Ginevra Di Marco
"Disincanto"

On The Road Music Factory - 2005

Ascolti collegati

Ultimo aggiornamento: 02-02-2005

HOME