Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace
 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Edoardo De Angelis: "Le allodole di Shakespeare"

Il segreto sta nelle canzoni
di Elisabetta Di Dio Russo

Certe volte poter ascoltare un disco e scriverne la recensione rappresenta davvero un privilegio, un’occasione per passare qualche ora in serenità.
“Le Allodole di Shakespeare”, il nuovo lavoro di Edoardo De Angelis, è un cd molto romantico dalle melodie classiche che profumano di antico e, proprio per questo, molto gradevole. L’album contiene anche qualche sfumatura forte che emerge prepotentemente da brani pungenti e, decisamente attuali, come “Una storia americana” canzone a tratti nostalgica (“…e l’America, l’America era bella, l’America era grande, l’America era vera, con poche stelle sulla Bandiera.”) o “Nostra Signora del golpe” (“Nostra Signora del golpe liberaci dal male, quanti peccati abbiamo da farci perdonare…io che non credo a niente, io che non so pregare ti prego di non farci più aspettare. Non siamo più cileni, asiatici, africani. Noi siamo solamente esseri umani.”, piccola preghiera politica, come la definisce l’autore, preziosissima e reale, che, resa più efficace dal ritmo travolgente, è uno dei pezzi più interessanti.

È facile ascoltare le canzoni dove è possibile riscoprire il piacevole ritorno del sentimento ed emozionarci con brani di incredibile delicatezza come “Vento”.
De Angelis - che è anche direttore artistico di “Teatro del sole”, società che si occupa di produzione e servizi per la musica e lo spettacolo - con questo album lascia un’impronta ben visibile sul terreno del cantautorato italiano e ci riporta nei viali su cui hanno camminato i maestri della canzone d’autore.
Considerato uno dei punti di riferimento storico per i cantautori della “scuola romana”, De Angelis oggi rappresenta, con il suo stile nitido ed immediato, una delle possibili vie da percorrere per la canzone d’autore italiana.

“Le allodole di Shakespeare” è un album lieve e appassionante al tempo stesso, dove delicatezza, forza, energia si alternano in un caleidoscopico gioco di immagini.
Ottimi i testi e gli argomenti delle canzoni, affascinante e profonda la voce di De Angelis che ha per co-protagonista la chitarra. Sembra quasi inverosimile poter ascoltare, un album, in cui è bandito l’uso del computer.

Una voce, una chitarra, qualche parola scelta tra sentimento per le cose belle e risentimento per quelle spiacevoli, una spruzzata di poesia, un ipotetico sguardo sulla realtà ed un’infinita passione per la musica: forse è questo il segreto della canzone d’autore italiana.
Ma vi si unisce la particolare sensibilità e capacità di comprendere e saper spiegare la vita…non ci sono dubbi: il “segreto” di cui si parla è quello contenuto nelle canzoni di Edoardo de Angelis
.

Edoardo De Angelis
"Le allodole di Shakespeare"

Azzurra Music/D'Autore - 2004
Nei negozi di dischi

Ascolti collegati

Ultimo aggiornamento: 25-01-2005

HOME