Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Combo Farango: "Non lo faccio più"

In bilico tra delusione e interesse: un disco "radicchio"
di Leon Ravasi

Il sentimento dominante è la delusione, ma solo perché le attese che avevo nei "Combo Farango" in realtà erano alte. Rispetto alle dichiarazioni di principio, diciamo così, al progetto, la realizzazione vola più basso. Forse senza tante attese in disco sarebbe potuto scivolare oltre quella crina sottile che divide le opere che soddisfano da quelle che lasciano comunque un leggero senso di amaro in bocca. Ma è un senso di amaro sfumato: avete presente il radicchio? Qualche volta piace e qualche volta no. Ecco, questa volta siamo di fronte al classico "disco- radicchio". E dopo la disco-dance, speriamo che almeno la disco-radicchio non attecchisca!

Certo, bazzichiamo sempre nell'area della "Campari Mixx Music", ma sui livelli alti della banda. Per intenderci, siamo più vicini ai Caffé Sport Orchestra che ai Bassistinti, ma questo lo si sapeva fin dall'inizio (e torniamo alle dichiarazioni di principio!). Eh, sì, perché se si scrive: "La musica del Combo Farango è irriducibile a qualsiasi definizione di genere. Giocando sui confini, generi e umori, ironia e nostalgia si mescolano al jazz e al son, al funky e al reggae, in un eccentrico eclettismo che lascia il segno.Nelle canzoni meticce del Combo si riversa un mondo passionale fatto di follia mediterranea con tutti i suoi echi linguistici, attraversato da desideri di vita e da amori perduti, narrato con un'osservazione provocatoria della società" come viene riportato sul loro sito ufficiale, poi se ne deve essere all'altezza.

Ci troviamo, invece più semplicemente di fronte a un disco piacevole, ma leggero, leggero, leggero, incredibilmente leggero. Vero che non ve lo sareste aspettati partendo dalle frasi di cui sopra? Oddio, non c'è niente di male nella leggerezza, ma bisogna saperlo ammettere e non cercare di ammantare di patine culturali inesistenti, quella che in fin dei conti è musica d'evasione, ottima per passare il tempo e rilassarsi, anche senza doversi per forza giustificare. Diciamo che vi sono delle Fred-Buongustate-di-qualità come "Cento respiri", da ballare check-to-check sulla rotonda sul mare nelle serate di fine estate, vi sono delle Fred-Buscaglionate-ben-riuscite come "Il combo farango" (non nuovissima, diciamocelo, ma gustosa).

Vi sono sprazzi di canzone d'autore, altri da grande orchestra latino-americana e un passare frenetico da un linguaggio all'altro, dal napoletano al francese, allo spagnolo per rendere ben chiara (e a forza) l'idea di patchancka e meticciato multiculturale. Ma, a volte, su questo versante, il veicolo sbanda in curva e il il peso a bordo rischia di essere eccessivo per quello chein fin dei conti è e resta un disco d'esordio.


Combo Farango
"Non lo faccio più"

Suonimusic Storie di Note- 2004
Nei negozi di dischi

Ascolti collegati

Ultimo aggiornamento: 15-04-2005

HOME