GRAZIA VERASANI

 

GRAZIA VERASANI bolognese, si diploma attrice all'Accademia d'arte drammatica a vent'anni. Dopo varie esperienze con teatri stabili, a Roma conosce Tonino Guerra che la incita a scrivere. Pubblica i suoi primi racconti grazie a Roberto Roversi e ne pubblica altri sul Manifesto nella rubrica Narratori delle Riserve a cura di Gianni Celati. Partecipa come attrice al film Strada provinciale delle anime che Celati realizza per Rai 3. Parallelamente lavora come speaker e doppiatrice (anche per la Rai di Bologna) e come corista per Gang, Elio e le Storie Tese e altri (per Elio e le Storie Tese presta la sua esperienza di doppiatrice porno nel brano Essere donna oggi). Canta e suona il pianoforte. Pubblica il brano Latte di cocco nel cd "Donne Italiane" (Union CGD). Nel '95 vince il Premio città di Recanati con il brano Devi morire e nel '96 pubblica il suo primo cd Nata mai (Musicultura-Bmg) con dodici canzoni di sua composizione. Si esibisce in concerto in locali, club e varie rassegne musicali. Nel '97 fa da gruppo supporter ai Jethro Tull per le loro date in Italia. Attualmente lavora soprattutto come paroliera, autrice di testi per cantanti emergenti (Fede Poggiolini, chitarrista di Ligabue, ed altri). Collabora con l'etichetta Irma records e incide una versione jungle de "Il nostro caro angelo" di Battisti nel cd "Anima latina" vol. 2. Nel novembre '99 pubblica il suo primo romanzo L'amore è un bar sempre aperto per la casa editrice Fernandel.
Un testo...
DEVI MORIRE
(G. Verasani)

Cazzo, ma chi l’avrebbe detto
Stare tanto tanto tempo insieme a qualcuno
E poi un giorno, la persona che ami
Ti racconta l’entusiamo, i suoi nuovi legami
Sai com’è, è la vita
È una storia finita già
Poi c’è lei che mi aiuta
È così bella sai
Si tu devi morire morire morire morire
perchè non sai soffrire nè amare nè volere bene
Sì tu devi sparire dalla faccia del mondo
Coi tuoi occhi di ghiaccio
Col tuo cuore incosciente e selvaggio
Non mi cercare mai
Cristo, porca puttana troia
resto qui a sentirmi dire che starò meglio da sola
Che anche a letto non funzionavo bene
non volevo mai giocare con le cose più oscene
Certo che lei è una grande esperta
Ti capisce, certo è lei la donna della tua vita
Ma ma questi anni tu li butti nel cesso
Cadi giù come una foglia al primo colpo di vento
Sì tu devi morire morire morire morire
Perchè non sai soffrire nè amare nè volere bene
Sì tu devi sparire dalla faccia del mondo
Coi tuoi denti da squalo
Con in bocca il sapore più amaro
Non mi cercare mai, non mi cercare mai
Si tu devi morire morire morire morire
perchè non sai soffrire nè amare nè volere bene
Sì tu devi sparire dalla faccia del mondo
Coi tuoi occhi di ghiaccio
Col tuo cuore incosciente e selvaggio
Non mi cercare mai, non mi cercare mai
Non mi cercare mai, non mi cercare mai

 

 

TORNA AGLI ARTISTI

HOME