TOMASO ROMANI

Tomaso Romani è nato a Udine, dove attualmente vive e lavora. Ha studiato a Milano e, durante gli studi, in quella città ha suonato in vari locali. Ha vinto tre edizioni del Premio città di Recanati: 1990 (1ª ed.) con Lo guardava partire, 1995 (6ª ed.) con Spot, 1996 (7ª ed.) con Preghiera messicana. Nel 1996 vince il Premio "Morèt d'àur per la musica", nel 1997 la rassegna "Paolo Pavanello" di Trento.
Un testo...
SPOT
(T. Romani)

Freddi ci voglion freddi come la vita in un igloo
dritti ci voglion dritti
come una canna di bambù
belli ci voglion belli coi fianchi snelli
e mai senza capelli
nudi ci voglion nudi coi culi sodi
come prosciutti crudi
ricchi ci voglion ricchi e senza specchi
per non vederci vecchi
Buoni ci voglion buoni
come il risotto di mammà
furbi ci voglion furbi
come quel topo di città
forti ci voglion forti coi fiati corti
e allegri anche da morti
biondi con gli occhi biondi coi figli biondi
così non ti confondi
sani ci voglion sani molte attenzioni
e niente gusti strani
Svelti ci voglion svelti
come due chiacchiere sul tram
finti ci voglion finti
come una faccia col collant
tristi ci voglion tristi e a tutti i costi
farci assaggiare whisky
soli ci voglion soli cento canali
cura di tutti i mali
soli ci voglion soli mille canali
per esser tutti uguali

 

 

 

TORNA AGLI ARTISTI

HOME