Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace










Crollano Ideali, Miti,
Uomini e Torri.
Crolla il mondo
non appena ci voltiamo.
Abbiamo paura di strade nuove
e cerchiamo noi stessi
in un'ombra sempre più inquietante.
Siamo stanchi, provati,
ma siamo sempre qui.
Perche' una canzone,
perche' Bielle?
Perche' in una chitarra,
nelle "nostre" note,
nei versi che naufragano nel cuore
e si addormentano nel cervello
possiamo ancora riuscire
a dare un volto ai nostri sogni.
E Bielle vuol dire musica,
ma vuol dire soprattutto resistenza.
Resistenza ad una società
che non vogliamo accettare,
in cui non ci riconosciamo,
che viene cantata e raccontata
da tantissime voci
semi nascoste,
deboli e oscurate,
ma pronte a graffiare ancora,
nonostante tutto.
Claudio, e come lui tanti altri,
ci aiuta a sopravvivere
in un mondo che ostacola
tutto ciò che non è
capitale o guerra.
Questo spazio e' per loro voci
e le nostre parole.
Portiamo avanti questa stella
con la speranza che la scia
possa arrivare lontano.
Lontano da qui,
fra le nuvole e il sole,
fra le braccia di Utopia.

Sul lettore Cd di Bielle...



Un palco vuoto. Sale un omino. Ricurvo, piegato. Forse da un lato del palco c’è un alberello stento. Potrebbe sedersi e mettersi, intento, a cavarsi le scarpe. Non lo fa, ma da un sacchetto da supermarket estrae un libricino, un quaderno, ma piccolo. Che ha vissuto tempi migliori. Sul quaderno (o sul libro) parole da lui scritte e da altri stampate. L’omino buffo, con buffi capelli, scapigliati ai lati del capo, capelli Pampurio, lunghi e arruffati sulla giacca da Upim, sulla giacca da Standa, comincia a cercare col dito qualcosa sui fogli che trova e non trova. In silenzio dietro di lui prende posizione il clown bianco, la spalla, l’invisibile essenza, il motore del ritmo, la musica fatta chitarra, fatta persona. Si siede in disparte e in disparte rimane, Vladimiro. Mentre il primo clown, che credo si chiami Estragone, dal libro finalmente inizia ad estrarre parole.
(segue)


Scarica il magazine di Bielle



Isa - La buona sorte



AcrobaticiAnfibi
A Milano un nuovo spazio per la musica d'autore



Tutti i concerti


17/12 - E' uscito il 12 dicembre il nuovo disco di Eugenio Finardi: "Lo spirito e il silenzio" Canti "spirituali" con cover di Cohen e De André.
17/12 - Tre dei Sulutumana impegnati in Prinsi Raimund il 19 dicembre a Como.
17/12 - L'8 gennaio a Como presentato il documentario della Tv Svizzera su Davide Van De Sfroos.
16/12 -
E' uscito il nuovo Cd di Massimo Liberatori

12/12 - Massimo Bubola rinvia l'uscita del suo nuovo disco a primavera. Voci di "studi"o ne parlano benissimo
12/12 - Il nostro beneamato Gigi Maieron ha appena finito di scrivere un nuovo libro per la Biblioteca dell'Immagine di Pordenone che sarà in libreria per Natale.
11/12 - E' uscito un nuovo disco di Fabrizio Poggi. Si intitola "Armonisiana" e, come al solito, è di difficile reperibilità, ma pare che ne valga la pena.
11/12 - Concorso "L'artista che non c'era". Tutti i particolari sul sito de "L'Isola che non c'era".
06/12 - Paolo Conte e l'ispirazione artistica. Paolo Conte arriva oggi a Roma all'Auditorium-Parco della musica.
06/12 - Enzo Jannacci: 'Niente politica nel mio show".
05/12 - I Sud Sound System vincono il Premio Videoclip Italiano.
05/12 - In arrivo il nuovo disco di Paola Turci.
05/12 - Dal 5 dicembre nei negozi il nuovo Cd degli Almamegretta.
05/12 - DVD dal vivo per Sergio Cammariere.
04/12 - Tour 'congiunto' per Anna Oxa e Fabio Concato
22/11 - Bielle apre una nuova rubrica di cinema

tutte le news



Con...I Luf
"II Lupi hanno gli occhi belli, i Lupi hanno gli occhi dolci, dei Lupi ci si può fidare, difficilmente ti morderanno una mano anche se sono affamati. E qualora fossero affamati, magari preferiscono pane salame, formaggio e un bicchiere di vino. Così inizia l’intervista con Dario Canossi, front-man, cantante e autore dei “Luf” uno dei principali gruppi emergenti, come si sono accorti anche i giurati del Club Tenco che li hanno “nominati” tra gli esordienti più interessanti assieme a Isa e Marco Berruti".

Archivio Interviste  



Le nostre pagine dedicate al maestro





Fondazione Fabrizio De André. Online dal 12 novembre 2003, intende essere "il punto di riferimento per tutti: amici, fan, appassionati, musicologi, giornalisti".


L'unica rivista dedicata
alla musica italiana d'autore



Cantodiscanto: "Malmediterraneo"
E’ bello ritrovare degli amici. Anche quando non li si conosce. Ma si pensa di potersi fidare di loro. Perché sai che non ti tradiranno, neanche dopo tempo. I Cantodiscanto sono “amici” in questo senso.

Banditi senza tempo - Gang (libro) Il primo libro dei fratelli Severini sembra uno dei "fogli volanti" della lotta partigiana. Hanno ancora voglia di sparare parole "che fanno male", ma anche parole che fanno bene al cuore.

Archivio recensioni


Per scriverci:
bielle@bielle.org

Bielle nasce dalla collaborazione libera e gratuita di molte persone, che hanno dedicato tempo e risorse per arricchire il sito. Se trovate interessante il materiale pubblicato potete utilizzarlo liberamente, ma per favore sostenete il nostro lavoro citando la fonte e mettendo un link al sito Bielle.
Un grazie di cuore a tutti i biellisti che contribuiscono, con sincera partecipazione e affetto, a questo sogno. 


LA BALLATA DEL PINELLI


Quella sera a Milano era caldo,
ma che caldo che caldo faceva.
Brigadiere apra un pò la finestra
e ad un tratto Pinelli cascò.
Commissario io ce l'ho già detto,
le ripeto che sono innocente.
Anarchia non vuol dire bombe
ma eguaglianza nella libertà.
Poche storie indiziato Pinelli,
il tuo amico Valpreda ha parlato.
È l'autore di questo attentato,
e il suo socio sappiamo sei tu.
Impossibile, grida Pinelli,
un compagno non può averlo fatto,
tra i padroni bisogna cercare
chi le bombe ha fatto scoppiare.
Altre bombe verranno gettate
per fermare la lotta di classe.
I padroni e i burocrati sanno
che non siam più disposti a trattare.
Ora basta indiziato Pinelli,
Calabresi nervoso gridava,
tu LoGrano apri un po'la finestra,
quattro piani son duri da far.
A Milano quella sera era caldo,
ma che caldo, che caldo faceva.
E' bastato aprir la finestra,
una spinta e Pinelli cascò.
Dopo giorni eravamo in tremila,
in tremila al suo funerale,
e nessuno può dimenticare
quel che accanto alla bara giurò.
T'hanno ucciso spezzandoti il collo,
sei caduto ed eri già morto
Calabresi ritorna in ufficio,
però adesso non è più tranquillo.
Ti hanno ucciso per farti tacere,
perchè avevi capito l'inganno.
Ora dormi non puoi più parlare,
ma i compagni ti vendicheranno.
Progressisti e recuperatori,
noi sputiamo sui vostri discorsi,
per Pinelli, Valpreda e noi tutti
c'è soltanto una cosa da fare.
Gli operai nelle fabbriche e fuori
stan firmando la vostra condanna,
il potere comincia a tremare
la giustizia verrà giudicata.
Calabresi con Guida il fascista
si ricordi che gli anni son lunghi:
prima o poi qualche cosa succede
che il Pinelli farà ricordare.
Quella sera a Milano era caldo,
ma che caldo che caldo faceva.
Brigadiere apra un pò la finestra
e ad un tratto Pinelli cascò.
Google

Cerca su Bielle
Cerca nel web

Io sono come un orso.
Con le braccia tese in alto
aspetto il sorgere del sole.
(Canto Pawnee)