Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace
 










 
Le BiELLE RECENSIONI
 


Fabrizio De André
"In concerto volume II"

L'ultima emozione?

di Leon & Silvano

Non e' Cristiano (ne abbiamo parlato). E' proprio Fabrizio. "Fabrizio De Andre' - In concerto volume II".

La scaletta dei concerti e' sublime (Jamin-a, Le acciughe fanno il pallone, La domenica delle salme, Disamistade, Fiume Sand Creek, Sidun, Anime Salve, Don Raffae', Ho visto Nina volare, A Cumba, Bocca di Rosa e Smisurata preghiera.

Le registrazioni provengono dai concerti di Milano - Teatro Smeraldo, Genova - Carlo Felice e Roma - Brancaccio. Don Raffae' e Le Salme vengono dal giro dei concerti del '91.

La formazione dei concerti del '91 e':

Michele Ascolese chitarre/bouzouki/mandolino/seconde voci,
Ellade Bandini batteria,
Giorgio Cordini chitarre/mandolino/bouzouki/tastiere aggiunte /seconde voci,
Gilberto Martellieri pianoforte/fisarmonica e tastiere,
Pier Micheletti basso e seconde voci,
Naco percussioni e gabbiani,
Mauro Pagani violino/mandolino/Flauto/kazou/Bouzouki/ oud/'ndelele/seconde voci,
Giancarlo Parisi flauto/sax Soprano/clarinetto/ciaramella /zampogna/tastiere aggiunte

La formazione del '97-98 e' invece:

Cristiano De Andre': corde/archi/voce
Mark Harris: direzione musicale/tastiere
Mario Arcari: fiati
Michele Ascolese: corde
Ellade Bandini: batteria
Stefano Cerri: basso
Giorgio Cordini: corde
Rosario Jermano: Percussioni
Coro: Luvi De Andre',
Voce e flauto: Laura De Luca
Voce/fisarmonica/tastiere: Danila Satragno

La confezione del disco e' poverissima. Non c'e' altro che quello che gia' vi ho scritto. Due pagine due, una foto stentata e un po' di rosso qua e la'. In effetti fa una stranissima impressione.

L'ho appena ascoltato. Ovvio che l'emozione è fortissima perchè il clima di quei concerti mi e' rimasto sotto pelle Ma qualche dubbio sull'operazione è lecito nutrire: riproporre pari pari due canzoni da 1991 Concerti che senso ha? Si percepisce anche una discontinuità di voce, ad ascoltare bene, tra quelle due canzoni e tutto il resto.

Poi il fatto di mettere insieme materiale che Fabrizio aveva scartato, forse perché non lo giudicava abbastanza buono. E in effetti ci sono un paio di cose che mi lasciano perplesso. Per esempio A cumba, la cui resa dal vivo (e già l'avevo notato ai concerti) non è all'altezza dell'incisione su disco. Tanto che nell'ultimo tour, quello estivo, A cumba era l'unica canzone di Anime Salve che non veniva cantata.

Non mi esalta neanche la versione di Nina, una canzone così intimista e fatta di sfumature sottili che nella versione live perde colpi.Insomma, secondo me avrebbe avuto più senso fare un doppio unico nel 1999, con 4 o 5 canzoni in più. C'è una sgradevole impressione di operazione commerciale che non riesco ad eliminare, insomma.

Anche se resta la gioia immensa (e credo davvero sarà l'ultima volta che accadrà) di inserire con trepidazione il cd dentro il lettore e farsi sorprendere da una nuova (o quasi) magia di Fabrizio... La voce c'e' tutta. La magia quasi. E' proprio lui. E colpisce ascoltare come in queste canzoni decida di far cadere altrove l'accento di alcune frasi, come a voler rimarcare e sottolineare un concetto piu' che un altro.

Ma è il pregio di quasi tutti i dischi dal vivo e, forse, un vero piacere da esteta deandreiano.

"In concerto volume II"
Fabrizio De Andrè

Ricordi 2001
Nei negozi di dischi, circa 20€

   
Archivio recensioni
 

HOME