Bugo

Bugo non è uno di più grandi cantautori esistenti. Ma di lui prende bene dire che sia un genio. Potrebbe essere "the next big thing", scommettono gli amici. Per adesso si limita ad un'intensa attività sotterranea che ha scatenato un passaparola di ingenti dimensioni, pari forse al tam tam che ha scatenato qualche anno fa , al suo apparire, Davide Van De Sfroos. Cristian Bugatti (è il vero nome)  è nato a San Martino di Trecate tra le risaie del novarese, e lavora in una fonderia di ottone. Ha imparato a suonare la chitarra al militare. Beve Montenegro, fuma sigari. Bugo incarna la provincia: desolante, a volte triste a volte ironica a volte grottesca, di rado genuinamente felice, autodistruttiva, ma in qualche modo pura. Dopo il primo singolo 7" - "Questione d' Eternità", lo split minicd coi R.U.N.I. "La Pianta Movente", usciti entrambi per Bar La Muerte, e il cd-R "Pane, Pene, Pan" uscito per l'etichetta italo-inglese Loretta Records, esce il primo cd ufficiale di Bugo, "La Prima gratta", coprodotto dal Bar La Muerte e da Snowdonia.  Con questo cd Bugo si è presentato ad un pubblico vario, visto che il Nostro piace (misteriosamente?) agli avanguardisti, ai fan del garage, ma ha anche un innegabile potenziale commerciale. "Sentimento Westernato, il nuovo cd, è prevalentemente acustico ed è uscito per il  Bar La Muerte / Wallace / Beware! ...seguito a ruota dal 10" picture disc ultralimitato "Ne Vale La Pena?".

 

Questione di eternità - 1999

La piante movente (coi RUNI) - 1999

Pane, Pene, Pan - 2000

La prima gratta - 2001

Sentimento westernato - 2001

Ne vale la pena - 2002

 

Sei bella come il dì

Sei bella come il dì
Che mi hai mollato
Un vegetale così
Sono diventato

Sulle sponde del Ticino
Vicino a San Quartino
Tutto intorno è un profumo
Mi dai un bacio almeno uno

Sei bella come il dì
Che mi hai mollato
Un vegetale così
Sono diventato

L'amore mi fa sentire un asso
A volte pesa come un sasso
Ma tu mi piaci anche così
Anche strafatta di lsd
 
Sei bella come il dì
Che mi hai mollato
Un vegetale così
Sono diventato

Quando ballo il bolero
Passa sempre un gatto nero
Se ieri sera ho fatto troppo tardi
Scoppiamo i petardi, sai, perchè

Sei bella come il dì
Che mi hai bollato
Un vegetale così
Sono diventato

I think of you all the day, yeah babe,
I think about your fucking face
You, you are just like a rebel
You are beautiful I think so
My feeling is so strong for you
For you I became crazy of you
No I am not saying balls
But the angels are so strong
You are beautiful like the day
that you spin away
A vegetable so I became
Today


hhjhj

Una serie di articoli apparsi su siti internet e giornali.

BUGO: La prima gratta (http://aktivirus.freeweb.supereva.it/)    
21 pezzi in sessanta minuti e Bugo esprime tutta la sua esuberanza spaziando attraverso 21 generi musicali personalizzati da distorsioni, echi e riverberi.21 canzoni incomplete, strapazzate e spezzate, arricchite da versi ermeticamente spassosi: Bugo rappresenta una particolarità assoluta nell'universo demenziale, una reale alternativa antagonista e moderna ai gruppi che hanno continuato a sfruttare il filone inaugurato dagli Skiantos negli anni '70, riuscendo al massimo a diventarne una brutta copia. (continua)

BUGO: questione d’eternità.
(http://aktivirus.freeweb.supereva.it/)

Bugo, riconosciuto "geniaccio lo-fi" della provincia novarese, noto anche come il "Beck delle risaie, è certamente personaggio controverso. Ironico e scanzonato, a tratti paranoico, si presenta con un pezzo giocoso, malinconico e sperimentale al tempo stesso.
(continua)

Bugo - La Prima Gratta (Snowdonia/Bar La Muerte, 2000)

 Bugo è un fuoriclasse capace di registrare in presa diretta col mangianastri canzoni memorabili con un'attitudine molto simile a quella del Beck di One Foot In The Grave e Stereopathetic Soulmanure, musica permeata dal folk, dal garage, dall'elettronica povera, ma soprattutto dalla classe.
(continua)

Bugo: intervista rilasciata a
Sub Rock
 

Iniziamo con una breve presentazione...

Mi chiamo Bugo.
Sono un cantautore.
Ho 3 chitarre.
Genere: cantautore.
Discografia: con quelle tre chitarre ho fatto: un 45 giri e uno split E.P.per Bar la Muerte, un cdr per Loretta Records, il CD "La prima gratta" per Bar la Muerte/ Snowdonia, e il CD "Sentimento Westernato" per Bar la Muerte/Wallace Records/Beware, il video "Ne vale la pena" e una scatola di cioccolatini.

All'inizio a chi ti sei ispirato? Quali sono i tuoi riferimenti musicali?

Il folk italiano, inglese, americano, spagnolo, francese, tzigano. Un po' di hip hop come De La Soul. Beat anni '60 e un pizzico di punk.

Nei tuoi pezzi il testo come viene composto? Di cosa parli? Ho ascoltato Sentimento Westernato, e i testi sono una delle cose che mi ha colpito di piu

Anch'io sentendo il mio disco sono rimasto colpito dalla profondità di certo mio scrivere. Non c'è una regola fissa per come scrivo un testo, mi posso ispirare ad un amico che si soffia il naso, così come a qualche battuta scambiata con gli Acre. Devo stringere perchè il mio dattilografo mi ha chiesto un permessino per uscire prima.

Che tipo di rapporto ci deve essere, secondo te, tra il testo e la parte strumentale?

Un rapporto strettamente professionale in cui tener fuori i coinvolgimenti emotivi. Un testo può ispirare la canzone e viceversa.

Tra gli altri gruppi che vedi in giro, c'è un gruppo che per le cose che dice e per l'immagine complessiva ti va bene?

Onq, un gruppo di La Spezia, per il carattere obliquo e triste e vero delle canzoni.

Cosa c’e’ che non funziona nella scena italiana, se secondo te c'e' qualcosa che non funziona?

Mi piacerebbe ascoltare più gruppi che cantano in italiano, in ambito alternativo.

Come pensi al concerto? Chi ti accompagna "musicalmente"?

Davanti ad una fettina di pandoro ti posso dire che ho suonato sia a concerti come solista che accompagnato da altri ragazzi.  Capita anche che qualcuno di questi se ne vada perchè preferisce il panettone.

 (continua)

 

 

Se vuoi ascoltare un breve pezzo di "Sentimento Westernato",
qui lo puoi trovare (e non solo quello).


Da Rockol

La notizia era già era nell'aria: poi l'annuncio da parte di Piero La Falce, numero uno della Universal Italia, che dava Bugo come primo artista del catalogo della major il cui disco verrà venduto a 10 €, ha ufficializzato il passaggio del "Beck delle risaie" dalla "cordata indipendente" composta da Wallace/Bar La Muerte/Beware ad una delle maggiori etichette mondiali.  Ma cosa ne pensa il signor Bugatti Cristian (questo il vero nome dell'artista) di un successo e di una notorietà arrivati in maniera tutto sommato inaspettata?  "Il contratto con la Universal c'è, ed è stato siglato un paio di settimane fa: prevede la pubblicazione di un disco che ho già registrato, a cavallo tra il 2001 e il 2002, con Fabio Magistrali. Sarà un album più rock di 'Sentimento westernato', più chitarristico, con un paio di brani rappati - tra i quali 'Pasta al burro', riarrangiata in maniera molto più dura rispetto a come l'avete sentita dal vivo - molto energici": "Per il resto, l'accordo che ho con la Universal mi piace molto: per il prossimo disco potrò scegliere io le modalità di realizzazione (ovvero i musicisti, il produttore, lo studio ecc.), e potrò anche permettermi, visto che ho già molto materiale pronto, di pubblicare dischi più 'estremi' presso etichette indipendenti, senza che questo influisca sul mio rapporto con la Universal stessa". Il nuovo disco dell'autore di "Sentimento westernato" non ha ancora un titolo, ma pare che possa raggiungere gli scaffali dei negozi già il prossimo autunno: "L'album deve ancora essere masterizzato, e nelle prossime settimane lavoreremo all'artwork della copertina". Ma cosa pensa Cristian della "svendita" del suo primo disco "major"? "E' fantastico poter vendere il proprio lavoro a 10 €: è positivo sia per me - che ho speso relativamente poco per registrare questo nuovo disco - che per la casa discografica, che può contare su un numero maggiore di acquirenti. Un album che costa solo 10 € 'spacca', presso il pubblico. Perché se tutti i dischi costassero 20 €, allora viva la masterizzazione....".

 

 

 

HOME