Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


 















NEWS Luglio 2006



17/07 - Al via "Dallo sciamano allo showman", quarta edizione - Pacifica invasione di sciamani e di showmen per il quarto anno in Valcamonica, per la quarta edizione di “Dallo sciamano allo showman”, il Festival della canzone umoristica d’autore, giocato come sempre sui due versanti dello sciamanesimo, ispirato dalle millenarie incisioni rupestri della zona, e della canzone brillante. Voluto e organizzato dal Centro Culturale Teatro Camuno guidato da Nini Giacomelli, con la direzione artistica di Sergio Bardotti e con la collaborazione del Club Tenco di Sanremo, il festival parte il 22 luglio a Bienno e si protrae fino a ottobre a Brescia, dopo altre dislocazioni durante l’estate a Breno, a Darfo Boario e a Pontedilegno, dove un’intera settimana di attività costituirà in agosto il cuore centrale della stagione.
Anche questa volta è un premiato dell’anno precedente che inaugura il cartellone, il 22 luglio a Bienno: Simone Cristicchi, vincitore della Targa “Bigi Barbieri” come migliore nuova proposta della scorsa edizione. Il calendario prosegue a Breno il 5 agosto con una performance teatralmusicale di Alberto Patrucco, caustico protagonista del nuovo cabaret italiano.
La settimana di Pontedilegno vedrà dal 7 al 12 agosto una ricca concentrazione di artisti soprattutto nelle ultime tre serate al Palasport, presentate da Bibi Bertelli: giovedì 10, lo “storico” Ricky Gianco, Morgan in un inedito repertorio umoristico, e la prima delle “proposte del festival” che si contenderanno la Targa “Bigi Barbieri” 2006, il torinese Carlo Pestelli; venerdì 11, la Banda Osiris, Stefano Bollani nell’irresistibile veste di intrattenitore e parodista, e un’altra “proposta”, il napoletano Lorenzo Hengeller; sabato 12, Sainkho, sciamanica cantante di Tuva (tra Mongolia e Siberia), e Lucia Vasini in una divertente produzione teatral-musicale. La serata sarà chiusa da un rito sciamanico collettivo al Parco dell’Adamello, a cura di Antonio Fassina.
Ma a Pontedilegno si parla e si fa musica fin dal lunedì, perché Enrico De Angelis del Club Tenco ha organizzato in in piazza una serie di presentazioni pomeridiane di libri in tema col festival, presenti gli autori, dal titolo “Pagine di musica”. Ogni libro sarà commentato con brevi performance musicali che sconfineranno nella serata. Saranno presentati, nell’ordine: “Donna canzonata” di Meri Lao, con Gerardo Balestrieri; “Seguendo Virgilio”, omaggio del Club Tenco a Virgilio Savona del Quartetto Cetra, con il gruppo vocale Blue Bop; “Legata a un granello di sabbia” di Enzo Gentile, con Rita Forte; la collana Gallucci di canzoni illustrate, con due tra gli autori di queste canzoni, Sergio Bardotti e Ricky Gianco, e il disegnatore Joshua Held; “L’America di Renato Carosone” di Stefano Bollani; e “Karmaland”, antologia voluta da un editore italiano dove per la prima volta la Sainkho raccoglie i suoi scritti.
In occasione della settimana di Pontedilegno saranno allestite inoltre mostre di vignette, foto e dipinti, a cura rispettivamente di Giorgio Tura, Pietro Dalmiglio e Marina Sassi, nonché, nella scuola elementare, un divertente video a proiezione continua di Sergio Sacchi e Roberto Molteni.
Ma quest'anno una grande novità riguarderà un terzo e un quarto senso: oltre alla vista e all'udito saranno appagati anche il gusto e l'olfatto grazie ai ristoratori della Valcamonica che proporranno a un’apposita giuria degustazioni di piatti locali che concorreranno alla Targa Cuoco Shomano.
Uno spiritoso intervento mattutino di Alberto Patrucco e Sergio Sacchi sarà destinato agli studenti il 22 settembre a Darfo Boario Terme, e verrà ripetuto il 7 ottobre al Teatro Sociale di Brescia, quando, per la prima volta, una “coda” chiude il festival nel capoluogo, con una giornata che contempla anche, nel pomeriggio, il consueto convegno “Sciamani e shomani” e, alla sera, uno spettacolo musicale con altre nuove proposte e ospiti vari. In quest’occasione saranno assegnati i premi previsti nell’ambito del festival.
L’ingresso è gratuito per tutti gli appuntamenti.
Per informazioni consultare i siti www.sciamanoshow.it e www.shomano.it oppure telefonare al numero 339-8497608.

13/07 - Ristampati i primi quattro cd di Claudio Lolli - In occasionedel 30° anniversario del disco “Ho Visto Anche Degli Zingari Felici” (pubblicato originariamente nel 1976), la Emi ha deciso di ristampare in versione completamente rimasterizzata i primi 4 grandi album di Claudio Lolli. Particolare riguardo è stato riservato al booklet dei CD: le nuove grafiche riprendono quelle degli artwork originali e il libretto contiene i testi di tutte le canzoni . In più, per la riedizione di ognuno dei titoli, lo stesso Claudio Lolli ha scritto appositamente alcune note introduttive.

12/07 - Paolo Conte a Siena per le vittime dello tsunami - Venerdì 28 luglio alle 21.30, Paolo Conte salirà sul palco di Piazza Duomo a Siena per un concerto benefico in favore delle popolazioni colpite dal maremoto nel sud est asiatico. Lo spettacolo è stato organizzato dal Comitato Terre di Siena - Tamilnadu - Sri Lanka insieme alla Provincia di Siena, con il contributo della Banca Monte dei Paschi di Siena, che hanno rinnovato l'appuntamento musicale per la raccolta fondi con uno dei grandi della canzone d’autore italiana dopo il successo dello scorso anno con Franco Battiato.
In occasione dell'evento, inoltre, sarà allestita nell'area di piazza Duomo la mostra itinerante "L'occhio di Siena sul sud est asiatico", scatti fotografici e racconti di tre giornalisti senesi in viaggio nelle aree colpite dal maremoto e nei villaggi dove sono stati avviati i progetti di assistenza e di ricostruzione del Comitato Terre di Siena - Tamilnadu - Sri Lanka.Infoline: 0577 391787 – www.provincia.siena.it – www.solidaliglobali.it – www.terresiena.it
Prevendite: Circuito Box Office (055 210804) - www.boxol.it; a Siena Corsini Dischi (0577 280545) e ufficio del turismo Piazza del Campo (0577 220420 – 0577 280551 - incoming@terresiena.it)
I prezzi dei biglietti, tutti posti numerati, sono divisi per fasce: 58, 46 e 34 euro e sono comprensivi di prevendita.

11/07 - Nuovo libro + Cd sulla Canzone d'Autore per i tipi di Zona - IL SUONO INTORNO ALLE PAROLE Rapporto confidenziale sul lato nascosto della canzone d'autore - Volume I. Questo il titolo del nuovissimo libro di Annino La Posta, scritto per capire, conoscere e apprezzare quello che della canzone d’autore non viene adeguatamente valorizzato dal mercato discografico e non è ancora riuscito ad arrivare al grande pubblico. Annino La Posta - giornalista e scrittore, studioso della canzone d’autore, collaboratore del Premio Tenco - ha selezionato venti tra i migliori artisti attivi sulla scena italiana d'autore. Si tratta di singoli e gruppi che esprimono un alto livello musicale e testuale, e che rappresentano, secondo La Posta, la punta avanzata di un fenomeno più ampio e variegato, e in larga parte ancora da scoprire. Gli artisti selezionati e intervistati da Annino La Posta hanno tutti all’attivo una carriera talvolta brillante e hanno ricevuto ampi apprezzamenti dalla critica, anche la più esigente. Si tratta di Acustimantico, Paolo Benvegnù, Luca Bonaffini, Alessio Bonomo, Andrea Chimenti, Stefano Dall’Armellina, Isa, Lalli & Pietro Salizzoni, Patrizia Laquidara, Alessio Lega, Max Manfredi, Pino Marino, Mercanti di liquore, Mircomenna, Marcello Murru, Marco Ongaro, gianCarlo Onorato, Susanna Parigi, Scraps Orchestra, Sulutumana.
NEL LIBRO gli artisti raccontano in prima persona la propria esperienza, dai primi passi nel mondo della musica e dai primi contatti con la produzione fino agli esiti più recenti del proprio lavoro. Ciascun intervento è inframmezzato da versi di canzoni, scelti da La Posta perché particolarmente pertinenti ai contenuti dell'intervista, mentre l'appendice del volume contiene i testi dei brani raccolti nel CD allegato, insieme a biografie e discografie.
NEL CD gli artisti presentano un brano particolarmente significativo della loro produzione, nel segno della qualità e della varietà delle diverse espressioni. Mentre alcuni si rifanno alla tradizione più consolidata della canzone d'autore, altri si muovono in ambiti di ricerca raffinati e particolari: il risultato è una raccolta che spazia dalla canzone d'amore alla ballata civile e di protesta. La track list comprende: Acustimantico, Musica immaginaria; Paolo Benvegnù, Suggestionabili; Luca Bonaffini, Scialle di pavone; Alessio Bonomo, L’autostrada; Andrea Chimenti, L’albero pazzo; Stefano Dall’Armellina, Ad un bambino (piccolo così); Isa, Notturno italiano; Lalli & Pietro Salizzoni, Tra le dune di qui; Patrizia Laquidara, Mielato; Alessio Lega, Dall’ultima galleria; Max Manfredi, Tra virtù e degrado; Pino Marino, L’acqua e la pazienza; Mercanti di Liquore, Il suddito peggiore; Mircomenna, Normale; Marcello Murru, Blu; Marco Ongaro, Sorrisi di primavera; gianCarlo Onorato, Boncourage; Susanna Parigi, La fatica e la pazienza; Scraps Orchestra, Mal d’Africa (Ilaria, Miran e i sentieri di banane); Sulutumana, La danza.
Scrive Enrico Deregibus nella sua prefazione, parafrasando una celebre canzone di Mimmo Locasciulli: “Leviamoci il cappello per il lavoro di Annino e poi ci riprendiamo la giacca, ci rimettiamo il cappello e ci vediamo in un negozio di dischi a comprare qualcuno degli album di questi venti”. L'obiettivo di questo "rapporto confidenziale" è di contribuire a diffondere e a far conoscere il lavoro di questo primo gruppo di artisti. Se riuscirà almeno in parte in quest'intento, a guadagnarci sarà innanzitutto la musica italiana indipendente dai capricci e dai paletti del mercato discografico attuale, un mercato in cui prevalgono logiche e scelte che spesso hanno poco a che fare con il vero talento e troppo con i numeri del business.

11/07 - Nuovo lavoro per Davide Giromini - Davide Giromini presenta: Apuamater Indiesfolk: Delirio e Castigo
Dall'album "Apuamater" di Davide Giromini nascono gli Apuamater Indiesfolk ed ecco l'album di debutto. Un concept sulla follia e l'isolamento a partire da una frase di Foucault fino ad una canzone del settantadue di G.Nebbiosi, passando attraverso personaggi letterari tratti da Dostoevskij e Shakespeare. I testi e le musiche sono ancora di Davide Giromini e Luca Rapiasarda ma gli arrangiamenti sono filtrati attraverso lo stile Apuamater, la band che ha portato in giro per un anno l'omonimo disco. Ancora recitativi di Virginia Martini e la voce di Antonio Bertusi e qualche altra partecipazione a sorpresa. Il disco sarà presentato il 12 Agosto all'Urla Padula Festival ed avrà i Gang come padrini d'eccezione. Un'anteprima si avrà il 7 agosto a Fosdinovo all'interno del concerto di Claudio Lolli (cs).
Per ordinare il disco e info: 329 3934300 mail Darmo30@yahoo.it.

11/07 - Nasce "Indie music like" l'Hit parade della musica indipendente - I 50 brani indipendenti più graditi da 50 selezionatori dei new media italiani: radio, web radio, siti internet, blog, tv satellitari, tv locali. E' l'Indie Music Like, l'idea di MEI e AudioCoop che, per misurare il polso della situazione della musica indipendente, ha chiesto a 50 programmatori musicali una playlist dei brani preferiti nella primavera appena trascorsa. L'iniziativa, partita in concomitanza con l'inizio delle adesioni al MEI 2006, il Meeting delle Etichette Indipendenti che si terrà per il decimo anno a Faenza il 25 e 26 novembre, vuole proporre un sistema di rilevamento del gradimento della musica che non si basi sui soli risultati commerciali: "La nuova musica italiana - si legge in una nota dei responsabili di AudioCoop - per crescere ha bisogno di conoscere non solo quali sono i dischi più venduti, ma anche di capire quali, tra i brani dei nuovi artisti italiani, sono quelli più graditi dai programmatori e dagli utenti dei media indipendenti. Ne è uscita una graduatoria legata al gradimento che merita di essere segnalata perchè premia ricerca, sviluppo e orginalità della nuova musica italiana ed esce dalle abituali classifiche invitando tutti ad aprire maggiormente gli orizzonti verso le nuove tendenze musicali". La classifica legata al trimestre marzo-giugno 2006 vede in testa "Viva la Vida" di Roy Paci e Aretuska (V2) seguito da "Piove Piano" dei Blume (Pippola Music) e da "Eccomi qua" di Giulio Casale (Mescal). Subito dietro Giuliano Palma & The Blue Beaters con "Black is Black" (V2), "Redemption Song" dei Quintorigo (Venus) , "Come together" di Magoni & Spinetti (Radiofandango) e "Ho visto anche degli zingari felici" di Claudio Lolli (Storie di Note). Nei primi dieci anche Super Elastic Bubble Plastic con "Small Rooms" (Red Led Records), Marco Notari con "Vertigini" (Artes) e i Circo Fantasma di "I Knew Jeffrey Lee" (Lain Records). Nelle altre posizioni si trovano anche "La libertà" di Cecco, "Il politico perfetto" di Luca Nesti, i Deasonika con "Non dimentico più" e le produzioni di Africa Unite, Offlaga Disco Pax, Negramaro, Linea 77 e Piotta. AudioCoop ritornerà dopo metà settembre con l'Indie Music Like dell'estate. Tutti i programmatori musicali che vogliono contribuire a questa operazione possono inviare la loro "music like playlist" con tutti i loro dati a info@audiocoop.it , indicando in oggetto: "Music Like Play List: Ecco i miei 10 brani più graditi". Tutta la classifica è visibile sul sito www.audiocoop.it (cs)

11/07 - Nasce la prima Indie apuana - Contatto Radio Popolare Network presenta CORASONG PRODUZIONI.
Nasce in seno all'emittente carrarese la prima etichetta indipendente apuana. I primi due dischi prodotti saranno "Delirio e Castigo" degli Apuamater Indiesfolk e "Infantili e crudeli" dei Kobayashi. In anteprima i Kobayashi presenteranno l'album il 26 luglio a Liberafesta di Viareggio e il 28 luglio ad "Aspettando Urla Padula" al Localmente di M. di Carrara.
L'intento dell'etichetta è quello archiviare e diffondere la realtà musicale Carrarese partendo dal presupposto che Carrara non ha una tradizione musicale proprio perchè nessuno si è mai assunto il compito di archiviarla. In progetto la produzione di album che hanno segnato la storia della musica apuana e live presi dai nostri luoghi. (cs)
Info: 0585 75275-3890789444 - 3280818588 www.urlapadula.it.

11/07 - Mei 2006: il programma preliminare - Il Mei 2006, - che si terrà sabato 25 e domenica 26 novembre 2006 alla Fiera di Faenza con un'anteprima il venerdì 24 novembre Il MEI 2006, apre a 5 mesi dall'evento con un bilancio già positivo: sono infatti già oltre 100 le adesioni pervenute ad oggi.
Un buon inizio quindi dopo i grandi numeri dell'edizione dello scorso anno che hanno visto la presenza di oltre 300 espositori e di oltre 450 artisti, la presentazione di oltre 200 videoclip e la realizzazione di circa 70 incontri insieme a oltre 20.000 presenze in Fiera alle quali si sono aggiunte altre 5.000 presenze negli eventi collaterali che si sono svolti al Teatro Masini, al Palacattani e in tutta la città durante la Notte Light che ha coinvolto tutta Faenza.
Obiettivo della decima edizione del Mei, oltre a quello di una sorta di report di questi dieci anni di atttività che saranno realizzati attraverso un libro e un rockumentary, l'apertura agli operatori stranieri con il coinvolgimento di associazioni, festival ed etichette discografiche europee; un rapporto più stretto con la scuola e con le università con la realizzazione di progetti specifici; una ancora più incisiva presenza dei nuovi mercati della distribuzione on line e telefonica; la conferma di un riconoscimento ufficiale legato alla nuova musica italiana indipendente; il rafforzamento del premio videoclip con la presenza di alcuni tra i registi più importanti in Italia del settore; una più stretta connesione con gli altri mondi musicali (strumenti, editoria, jazz etc..) e il mondo della scrittura e del cinema per allargare le sinergie e le collaborazioni e una forte preseneza dei media tradizionali a sostegno della diffusione della nuova musica italiana.
Venerdì 24 novembre l'anteprima del MEI 2006 si occuperà di due temi: una storia del rock indipendente italiano attraverso la presenza dei produttori che hanno fatto questa storia negli ultimi anni (dalla Toast alla Lilium, da Materiali Sonori ad Anagrumba), celebrando tra l'altro i 30 anni della storica "Ho visto anche degli zingari felici", il lavoro di Claudio Lolli, rilanciato da Storie di Note. Vi sarà poi uno spazio di convegno tra operatori stranieri e italiani con diversi momenti tra i quali l'incontro "Suoni Export" curato dal giornalista Valerio Corzani insieme a Daniel Marcoccia che da sempre ha seguito al MEI le band che piu' si sono distinte all'estero. Tra gli stranieri che hanno già aderito e che saranno presenti citiamo il Bureau de la Musique Francaise, la Federazione Musicale degli Indipendenti del Brasile, il PopKomm di Berlino, l'Apecat - associazione delle indies catalane, lo Sziget Festival di Budapest, il Narip - l'associazione dei discografici indipendenti degli States, Impala - associazione europea di compagnie indipendenti e tanti altri che stanno aderendo in questi giorni. Sarà l'occasione per celebrare il millesimo disco della storica ECM. Mentre alla sera al Teatro Masini si terrà una grande anteprima con ospiti e con i premiati del Premio Italiano per la Musica Indipendente e con alcune band che saranno presentate agli ospiti stranieri per la promozione della musica italiana all'estero.
Sabato 25 novembre l'apertura del MEI 2006 - per quanto riguardo gli incontri - sarà dedicata ai 100 anni della nascita di Secondo Casadei, lo Strauss di Romagna, che sarà ricordato ed attualizzato attraverso un grande convegno e un live internazionale, per proseguire con un incontro per la Legge sulla Musica, che sta ottenendo una grande attenzione dopo gli incontri seguiti dal MEI di quest'anno e un appuntamento dedicato alla necessità di una "federazione degli indipendenti in Italia" e arrivare nel pomeriggio a due incontri: uno sui nuovi modelli della distribuzione musicale, coordinato da Antonio Allocati di Music Biz, mentre un altro coordinato da Mario De Luigi di Musica & Dischi si occuperà del ruolo delle radio e delle tv nella diffusione della nuova musica italiana. All'interno di questo incontro un particolare riconoscimento andrà a Magazzeno Bis, programma radiofonico condotto da Michele Orvieti, che ha saputo trovare un nuovo canale di diffusione per le diverse espressioni della nuova musica italiana. Al termine un incontro, con alcuni riconoscimenti, sulle rivelazioni indie-rock del 2006, curato da Aurelio Pasini del Mucchio. Non mancherà un approfondimento curato da Raro! sulla storia del vinile in Italia con il volume "Discografia Italiana" curato da Fernando Fratarcangeli. Mentre la stessa Raro! si sta occupando di un'area di espositori di vinile. Chi fosse interessato puo' contattare: redazione@raro.it . Si sta poi pensando ad un convegno sulla world music e la musica popolare in Italia.
E' già assicurata già la presenza di tantissimi operatori, con le prime adesioni di rilievo e i primi progetti presentati; oltre agli associati di AudioCoop, spicca la partecipazione di Pmi, associazione che raduna oltre 100 tra i discografici indipendenti di area pop rock e dance più importanti di italia, nonchè importanti etichette indies come, tra le tantissime, CasaSonica, Jestrai, Storie di Note, Il Manifesto, Res, Sugar, CDF, Edel, Mescal, Carosello, Level 49, New Music, Family Affairs, La Locomotiva, Eko Music, Maccaja, Unhip, La Stanzetta, Lady Music, Tafuzzy Records, Kizmaiaz, Urtovox, V2, Lifegate , Materiali Sonori, Sin Records, RadioFandango e tante tante altre. Si sta inoltre lavorando per portare vari altri progetti come una speciale "Napoli All Stars", con tutti gli artisti legati ad Area Live, una serata dedicata ad Amref con uno speciale "Rezophonic" di grande livello realizzato insieme a Sugar e altri progetti speciali live ai quali si aggiungono gli incontri letterari allestiti all'interno di una sempre piu' importante Casa di Booklet curata da John Vignola con la collaborazione di Riccardo Isola (hsz1977@libero.it è il contatto per proporre presentazioni letterarie ) come quelli con Matteo B.Bianchi, Marco Mancassola, Gianluca Morozzi, Cristiano Cavina. Verrà poi prestata particolare attenzione ai nuovi modelli di distribuzione digitale della musica con presenze importanti come qulla di H2O, la neolabel "liquida" che ha lanciato Cor Veleno, di Kiver, l'importante aggregatore di contenuti per la telefonia, di Anomolo, che da tempo si batte per l'ingresso in Italia del Creative Commons, del Fronte Popolare per la Musica Libera, che lavora per la libera diffusione della musica on line in una sorta di lavoro sul copyleft, oltre a Malleus, che da ideatore di poster psichedelici e' diventato con successo produttore discografico, e di Rai Trade con il progetto Indie che si sta rivelando vincente in edicola.
Tra i progetti live ai quali si sta lavorando si segnalano quelli della Irma Records, con la presentazione del nuovo singolo della Steve Rogers Band; di Cose di Musica, curato da Adele Di Palma; della Due Parole di Carmen Consoli; di Promozione di Bologna per un progetto che coinvolgerà Moni Ovadia e altri importanti artisti; della GrooveMaster di Gegè Telesforo, della Casadei Produzioni con la nuova orchestra di Mirko Casadei e la grande festa Go Down per i 25 anni dei Not Moving che riceveranno un riconoscimento per il loro importante ritorno sulle scene. Un riconoscimento anche per il bel progetto "Avanti Pop!" su "camioncino" realizzato dai Tetes de Bois.
Il Mei sta poi lavorando a nuovi progetti legati all'area hip hop con un concorso lanciato da Piotta insieme a Groove (l.bramanti@nextpress.it per aderire e per le informazioni), al punk, con il nuovo importante festival ideato da Punkadeka (fp_67@hotmail.com di Fulvio Devil Pinto per saperne di piu') che quest'anno sarà ancora piu' prestigioso, alla musica strumentale, con il concorso della Toast per il miglior album strumentale (giulio@toastit.com è la mail alla quale iscriversi e chiedere informazioni) e alla presenza di importanti progetti discografici stranieri, come quello della prestigiosa ECM Records che sarà festeggiata per la sua importante storia di produttore discografico indipendente europeo e per il suo millesimo disco proprio al MEI 2006.
Tra i live un particolare spazio sarà dedicato a festival importanti per gli emergenti come Primo Maggio Tutto l'Anno di Luca Fornari, Rock Targato Italia di Francesco Caprini che giunge ai vent'anni della sua lunga storia, il Festival delle Arti di Andrea Mingardi, l'importante progetto di Sanremoff di Pepi Morgia, il Sanremo Rock di Marco Ciacci e tanti altri che troveranno al MEI un'importante vetrina, insieme alle band vincitrici dei festival del Circuito del Mei Fest , guidato da Voci per la Libertà, Spazio Giovani, Sonica, Pigro, Giffoni Music Concept, Moon-Tale e tanti altri festival - oltre 60 - che hanno aderito al network. Uno spazio particolare sarà dedicato anche quest'anno al Premio Tenco con un progetto curato da Enrico Deregibus, mentre per i festival per gli emergenti hanno già assicurato la loro esibizione Veronica Marchi che ha vinto il concorso L'Artista che non c'era della rivista L'isola che non c'era e i Miodio, vincitori dell'ultima edizione del Festival di San Marino.
Sono partiti anche i concorsi legati alla manifestazione: dal Premio Italiano Per il Videoclip Indipendente, che si terrà domenica 25 novembre diretto da Gaetano Morbioli, con l'impegno di valorizzare attraverso una struttura produttiva i giovani talenti del territorio che emergeranno dal concorso, - ci sarà anche la particolare sezione di Run Indie, oltre a sezioni legate a AnimaClip di Giffoni, Akuo' di Cesenatico ed altri festival del clip - al Premio Italiano per la Musica Indipendente, riservato ai giornalisti, e al riconoscimento per l'album d'esordio curato da Federico Guglielmi per il prestigioso inserto indie italiano "Fuori dal Mucchio" (md7213@mclink.it per contatti). Tra gli altri riconoscimenti
Music Boom è poi al lavoro per il miglior sito musicale (dalessandro.luca@tin.it per le segnalazioni dei siti), mentre Lady Music vuole individuare la miglior voce femminile dell'anno in ambito indies. Tra gli incontri legati al mondo del videoclip - che si terranno nella giornata di domenica 25 novembre - va segnalato quellodi Michele Bovi di Rai 2 sulla storia del clip in Italia. Uno spazio importante sarà dedicato anche ai cortometraggi e ai lavori di Coniglio Viola, agit-prop di videomusicali di grande genialità ed estrosità.
Per quanto riguarda la fotografia il Mei sta pensando ad una mostra fotografica antologica di dieci anni di foto "indies" curata da Alike e al rilancio del concorso per le migliori cover di cd italiani Italian Cover Contest. Sempre domenica 25 novembre, ci sarà poi un incontro curato da Valerio Corzani dal titolo Il suono fotogenico: come fotografafre la musica e i musicisti con interventi di Roberto Masotti, storico fotografo musicale.
La giornata di domenica 25 novembre si concluderà con due importanti appuntamenti: quello con i riconoscimenti alle rivelazioni indie-pop dell'anno e quello con la cultura indies presente nelle major in Italia con il racconto di alcune produzioni che hanno segnato quest'ultima stagione per poi arrivare ad un grande finale live al Teatro Masini.
Infine, per il territorio regionale, saranno lanciati tra poco il concorso per la miglior band emiliano-romagnola insieme al Corriere Romagna e Assomusica e il concorso per videoclipo VideoFreccia curato assieme al Comune di Molinella per i migliori videomaker emergenti della regione.
Da segnalare poi che la rivista mensile Insound (insound@auditoriumedizioni.it ) sta lavorando al lancio di un concorso che premierà i migliori giovani strumentisti emergenti (batteria, basso, chitarra e altro) al MEI 2006. Mentre Jazzit (luciano.vanni@jazzit.it ) assegnerà anche quest'anno il suo riconoscimento per la miglior label jazz italiana.
Non mancheranno presenze istituzionali come quelle di Siae, Imaie e Scf, oltre a quelle di associazioni come Assomusica, Arci, Superclub e Assoartisti.
La rivista Music Club, in collaborazione con L'Altoparlante, lancerà sul suo sito la votazione per il miglior club, il miglior live e il miglior tour per emergenti, valorizzando così tutta la parte live, fondamentale per la crescita della nuova musica italiana, con il patrocinio del Mei.
Insieme alla festa per la ECM, distribuita in Italia dalla Ducale, si terranno altri due momenti importanti che sottolineano due storie indipendenti italiane importanti in area rock e in area pop con la consegna di due importanti riconoscimenti speciali per chi in questi dieci anni ha tenuta alta la bandiera della nuova musica indipendente italiana nei due settori , contrastando così la globalizzazione totale del mercato.
Tutte le info sulla manifestazioni si possono trovare sul sito www.audiocoop.it e su www.meiweb.it. Per progetti specifici si può fare riferimento a:
Adesioni e informazioni generali:
Segreteria Generale e per Stand e Spazi Espositivi - 0546.646012 mei@lamiarete.com - Roberta Barberini (roberta.barberini@materialimusicali.it) , Debora Mengozzi (info@audiocoop.it )
Convegni, stampa, progetti specifici, scambi e promozione: 0546.26304 - Giordano Sangiorgi giordano.sangiorgi@audiocoop.it ; Andrea Clerici: andrea@audiocoop.it
Live e Show Case: 0546.646012 - Cinzia Magnani cinzia@materialimusicali.it
Premio Italiano per il Videoclip Indipendente: Resp. Organizzativo e Adesioni - 0546.24647 - Christian Battiferro christian@audiocoop.it
Premio Italiano per la Musica Indipendente: riservato ai giornalisti, per Informazioni e per ricevere e inviare la scheda: Peppe Catalano di Mn Italia: catalano@mnitalia.com , Debora Mengozzi, Segreteria Mei: mei@lamiarete.com
Rapporti con l'estero: +39 0546 24647 , Andrea Clerici andrea@audiocoop.it in collaborazione con Valerio Corzani e Luca Stante
Incontri Letterari La Casa di Booklet: John Vignola (beware@tin.it) e Riccardo Isola (hsz1977@libero.it )
Rivelazioni indies e disco d'esordio: Fuori dal Mucchio : Federico Guglielmi (md7213@mclink.it) e Aurelio Pasini (aurelio.pasini@tin.it)
Ufficio Stampa Nazionale: Mn Italia - Umberto Chiaramonte: chiaramonte@mnitalia.com; Peppe Catalano
Meeting delle Etichette Indipendenti e delle Autoproduzioni - 10° Edizione!
Decima edizione, Venerdì 24 (anteprima) Sabato 25 e Domenica 26 Novembre 2006
Fiera di Faenza - Via Risorgimento 1 - Faenza
48018 Faenza (RA) - Tel Fax +39 0546 24647- 0546 646012

08/07 - Eletti i vincitori del Premio De André - Al termine della terza serata Del Premio Fabrizio De André sono stati eletti i vincitori dell'edizione 2006.
Premio migliore Canzone d'Autore
MONOPOLIO DI STATO con la canzone Le peggio frasi di Prevert.
Premio come migliore interprete
ALFREDO MARASTI con la canzone La luna e il ladro.
Premio migliore poesia
RAIMONDO IEMMA con la poesia Cercare casa.

07/07 - Comunicati i nomi dei vincitori dell'11° edizione del Premio Lunezia, che si terrà dal 19 al 22 luglio tra Massa e Aulla: tra i premiati Alessio Lega, Vinicio Capossela, Simone Cristicchi, Negramaro, Stadio, Peppe Barra, Mario Venuti, Pinomarino, Raf - Alessio Lega "Premio Doc" del Premio Lunezia 2006. Max Manfredi, che si aggiudicò il riconoscimento nella scorsa edizione, passa idealmente il testimone al suo collega Lecces-milanese confermando così l'attenzione che il Premio ha verso la nuova canzone d'autore. Il “Premio Lunezia”, tributo al valore musical-letterario della canzone italiane, ha reso noti cast e vincitori dell’undicesima edizione, che si terrà dal 19 al 22 luglio, tra Massa ed Aulla. A Vinicio Capossela il Premio Lunezia della Critica per l’album “Ovunque proteggi”; ai Negramaro il Premio Lunezia Poesia del Rock per l'Album "Mentre tutto scorre"; a Simone Cristicchi il Lunezia Nuove Stelle per l’album “Fabbricante di Canzoni”; agli Stadio il Premio Lunezia Pop d'Autore per l’album “Canzoni per parrucchiere Live Tour”, con menzione speciale per il tributo musical-letterario consegnato alle canzoni italiane dal 1982 ad oggi; a Peppe Barra il Lunezia Etno-Music”, conferito da Rai Trade; a Mario Venuti il “LuneziaperSanremo” per la canzone “Un altro posto nel mondo”, a Mango menzione speciale per l’album “Ti amo cosi”; ad Alessio Lega il Premio Lunezia DOC, quale promessa musical-letteraria della canzone italiana; a Pino Marino il Premio Lunezia Elite per l’album “Acqua Luce e Gas”; all’autore Saverio Grandi, menzione per il tributo letterario consegnato alle canzoni italiane; a Umberto Sangiovanni & Daunia Orchestra menzione speciale per l’album "Lacontrora"; a Raf il Premio Lunezia Pop per l’Album “Passeggeri distratti”; ad Alberto Fortis il Premio degli ascoltatori di “Radio InBlu”; e, infine, anche un premio ad un volume biografico assegnato al giornalista Sandro Neri per l’opera “Pooh – la grande storia – 1966–2006“.
I vincitori sono stati eletti dal voto della commissione generale (43 referenti della critica e del giornalismo italiano) e dal consulto della commissione direttiva (12 membri, fra cui Pippo Baudo, Dario Salvatori, Giovanni Pianetta, Massimo Cotto, e lo stesso patron dell'evento Stefano De Martino).
La manifestazione esordirà il 19 luglio a Massa (in Piazza Mercurio) per proseguire il 21 e 22 Luglio ad Aulla (MS – in Piazza Gramsci). Le prime due serate avranno fra i protagonisti anche le nuove proposte (band, cantautori e autori di testo) seguite e promosse da Rai Trade e AlfaMusic, con la Direzione Artistica di Loredana D’Anghera.
Durante la serata finale, due grandi “doppiatori”, Chiara Colizzi e Roberto Chevalier (ossia, le “voci da Oscar”, rispettivamente, di Nicole Kidman e di Tom Cruise) reciteranno testi delle canzoni candidate al Premio.
In contemporanea alla comunicazione dei vincitori del Lunezia 2006, è sono stati presentati anche un doppio cd a prezzo speciale (edito da RaiTrade e Alfa Music in collaborazione con Lucky Planets e realizzato con il contributo IMAIE) che contiene 12 canzoni di altrettanti grandi della canzone italiana (Roberto Vecchioni, Claudio Baglioni, Vasco Rossi, Carmen Consoli, Morgan, Bruno Lauzi, ecc.) e le migliori nuove proposte delle edizioni 2003 e 2004 (tra cui Maria Pierantoni Giua), e il libro di Paolo Talanca "Immagini e poesia nei cantautori contemporanei" (Bastogi, 2006), che analizza i testi di Claudio Baglioni, Francesco De Gregori, Roberto Vecchioni, Giorgio Gaber, Francesco Guccini.

06/07 - Inizia a Roma il Premio De André (fino all'8) - Il 6, 7 e 8 luglio si terrà a Roma, in Piazza Fabrizio De Andrè, la quinta edizione del PREMIO FABRIZIO DE ANDRÈ (ore 21.00, ingresso libero). Il cast di questa edizione vede la partecipazione di artisti legati al mondo del teatro, della musica pop e folk, che si alterneranno ai 14 finalisti della sezione “Musica” e alla lettura delle opere dei 12 finalisti della sezione “Poesia”. Sul palco interverranno: il 6 luglio Banda Arvalia, Enzo Avitabile e i Bottari di Portico, Piccola Banda Ikona e Rocco Papaleo, che avrà il compito di leggere le poesie di sei (dei dodici) finalisti della sezione “Poesia”.
Il 7 luglio si esibiranno Alessandro Benvenuti e La Banda Improvvisa, Alibia, Dolcenera e lo scrittore Marco Lodoli, che leggerà le opere degli altri 6 finalisti della sezione “Poesia”.
In queste prime due serate si esibiranno (sette per sera) i quattordici finalisti della sezione “Musica”.
Sabato 8 luglio saliranno sul palco Almamegretta, Roberto Citran, Fluydo, gli Andhira, Giancarlo Onorato, I Tarantolati di Tricarico, Luca Madonia e Mario Venuti. Nel corso della serata la Giuria, presieduta da Dori Ghezzi, premierà i vincitori (uno per la categoria “Canzone d’Autore” e uno per la categoria “Miglior Interprete” e uno per la categoria “Poesia”). “Sono molto orgogliosa che il Premio De André della musica e della parola stia vivendo una crescita così significatcoiva sia per la manifestazione in sé, che per lo spirito e la curiosità che anima di pari passo un quartiere popolare e vero come la Magliana che ha voluto dedicare a Fabrizio una piazza.”- commenta Dori Ghezzi, Presidente della Giuria del PREMIO DE ANDRÈ - “Amo seguire sempre da vicino le varie fasi che portano alle serate conclusive, con attenzione particolare nei confronti dei giovani artisti il cui talento vuole essere da noi scoperto e amato”. Il PREMIO FABRIZIO DE ANDRÉ verrà presentato dal giornalista Massimo Cotto. L’obiettivo del Premio è quello di dare visibilità e dare l’opportunità a nuovi artisti, nell’ambito della musica, di esibirsi su un palcoscenico davanti a un grande pubblico popolare, di fronte ad una giuria di alto livello professionale. E l’opportunità a nuovi poeti di poter ascoltare, su quel palco, le proprie opere dalla voce di grandi attori e personaggi dello spettacolo.

28/06 - Il 1° luglio sull'Adriatico la notte è Rosa - Sabato 1° luglio a Rimini e in tutta la Riviera Adriatica si tirerà facilmente l'alba. E' infatti in arrivo la prima "Notte Rosa" della Riviera. Tra le tante iniziative, la Notte Rosa in collaborazione con il Mei di Faenza offrirà uno spazio anche alla nuova musica italiana indipendente ed emergente.
Tra i tanti eventi musicali si segnalano Gianna Nannini a Cattolica, Carmen Consoli a Riccione, le Custodie Cautelari al Porto di Rimini con Alberto Fortis, Irene Grandi ed Eugenio Finardi, Milva e Giuliano Palma & The Bluebeaters a Bellaria, ma soprattutto il Mei Day Festival, festival di musica indipendente ed emergente che si terrà a Rimini e ospiterà La Notte della Taranta, diretta da Ambrogio Sparagna sul Lungomare Di Vittorio a partire dalle ore 22 e 30. Nello stesso punto, a partire dalla mezzanotte, si festeggeranno i vent'anni della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli con la Pneumatica Emiliano Romagnola, i Folafulanta e altri gruppi della Scuola.
Tra gli altri appuntamenti della scena indie, alla Vecchia Pescheria di Rimini, nella Corte degli Agostiniani, a partire dalle ore 22 e 30 si esibiranno Marco Notari, Francobeat, Alessandro Grazian, Pedro Ximenex, e i Natural Biskers.
Infine, al Rose & Crown di Piazza Marvelli di Rimini a partire dalle 24, spazio alle nuove proposte pop-rock con i Carnifull Trio, i Lana, i riminesi Dott.Nemesi, i The Cherry's Pedro's Imenez, che ha come vocalist la bella voce della forlivese Sara Piolanti, e infine il funk-pop dei Fitness Pump.
Info: www.lanotterosa.it, www.audiocoop.it

Archivio news
 

HOME