Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 
Le BiELLE RECENSIONI
Marcondiro: "Lo spettAttore"
Giochi di parole e personalità in un disco acerbo
di Giorgio Maimone


Ascolti collegati


Alessandro Mannarino
Bar della rabbia

Giancarlo Frigieri

Chi ha rubato le strade ai bambini?

Alessandro Fiori
Attento a me

Cristiano Angelini
L'ombra della mosca


Samuel Katarro
Halfduck mistery


Giubbonsky
Storie di
non lavoro...

Tracklist

01 Suicidami
02 In-decisione
03 Senza generalizzare
04 Graffiti
05 I giardini del pensare
06 Pezzi di me
07 Cerchi
08 Vita dentro
09 La ragione
10 Distratto
11 Il salto
12 Storia di un foglio bianco
13 Anime
Ecco un disco a due facce. Ma non facciata A e facciata B. Due facce nel senso che in parte convince e in parte no. Non è un disco che lascia neutri. o piace o non piace. Oppure, ancora, come nel mio caso, piace a brani alterni. Un po' di presunzione occhieggia dai solchi, abbastanza immotivata. il disco poi non è così nuovo, così diverso, così alternativo da segnare un personaggio nuovo nato a titolo definitivo nel panorama musicale. E' sostanzialmente un prodotto di musica pop, a volte più interessante e a volte meno. Ciononostante, non è un prodotto banale. Concesso un bagno di umiltà nelle acque lunghe dell'attività discografica e uscito dal desidersio, a volte semplicistico, a volte superiore alle forze di stupire l'ascoltatore con giochi di parole e piccoli deragliamenti del senso comune, resta un disco che ha una sua bella dignità, una sua spina dorsale e della personalità.

Oltre a qualche canzone come "Pezzo di me" e "Cerchi" che si staccano verso l'alto e trainano l'ascolto del disco verso lidi di moderata soddisfazione. Certo, la strada è ancora lunga e "SpettAttore" è comunque un disco d'esordio, per quanto non giunto in tenera età". Marcondiro è nato nel 1976 e qui si incammina verso i 35 anni. Inutile dire che i Beatles a quell'età si erano già sciolti da 5 anni almeno e che Bob Dylan aveva già inciso 17 album, tra cui alcune delle pietre miliari della musica e della letteratura contemporanea. I tempi non sono più quelli né il mercato. Quindi è necessario, quando ci si riesce, debuttare da adulti. Sarebbe forse meglio farlo con album che risentissereo a loro volta di quest'essere diventati adulti, ma invece restano debutti a tutti gli effetti.

Non c'è niente che faccia gridare allo scandalo, sono tutte buone canzoni, ma neanche niente che faccia gridare al miracolo. Oltre alle due canzoni già citate anche "Il salto", "Anime" e "Storia di un foglio bianco" spiccano sopra la media. Le idee sono ambiziose, ma anche ad ascolti ripetuti il disco lascia il senso legaccioso della polpa del frutto ancora acerbo. Gli stimoli sono buoni, i punti di partenza incoraggianti, il suono, volutamente ruspante come a ricordare un live ottiene il suo scopo. Ma volutamente l'emozione è frenata e la possibilità di empatia come raggelata da chi, tra sè e l'ascoltatore, pone, cercando di strapparla, la cortina ineffabile della quarta parete.


Crediti:
Testi, musiche e arrangiamenti di Marcondiro (tranne "Pezzo di me", testo di Marcondiro e Simonini, Missato da Angelo Cioffi e Marcondiro. Hanno suonato: Alex Canini (batteria); Gianni Polimeni (batteria); Pierpaolo Ranieri (basso); Toto Ielasi (basso); Davide Aru /chitarra elettrica, acustica, classica e mandolino); Vincenzo Misale (chitarra elettrica); Alfredo Verdini (percussioni, lira calabrese); Anda Zammit (mini Moog, Rhodes e Wurlitzer); Clemente Ferrari (Prophet V, Juno 60, Rohes, Organo Hammond c3); Alfredo Tedesch (trombone); Giuseppe Fiscale (tromba); Umberto Aucone (sax); Vincenzo Parente (corno); Marco Parente (Tuba); Giuseppe Benedetto (Oboe); Erasmo Petringa (oud, violoncello); Bim Orchestra (Archi); Angelo Cioffi (pianoforte); Momo (voce in "Pezzo di me"), Anna Ma (voce in "Il salto"); Marcondiro (canto, chitarra elettrica, pianoforte, Virus Indingo, Triton, Campioni). Ideazione copertina: Marcondiro


Marcondiro
"SpettAttore"
Halidon - 2011
Nei migliori negozi di dischi

Su Bielle
Intervista via mail

Sul web
Sito ufficiale
MySpace

Ultimo aggiornamento: 19-06-2011
HOME