Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 
Le BiELLE RECENSIONI
Gerardo Pozzi: "Sconosciuti e imperfetti"
... prima che aprissimo gli occhi
di Corrado Sciò


Ascolti collegati


Gerardo Pozzi
Sconosciuti e imperfetti (FA)

Filippo Nigro

Dell'isola che non c'era

Giuseppe Righini
In apnea

Cristiano Angelini
L'ombra della mosca


Giorgio Conte
Il contestorie


Giubbonsky
Storie di
non lavoro...

Tracklist

01 E' sabato (glu glu glu)
02 Facevo le gare podistiche
03 Adamo e Eva Remix
04 Calito
05 La congiura
06 La piccola ribelle
07 Il blues del nonno
08 Dal benzinaio
09 Confessioni di un portuale
10 Quando amo
11 Sacrocranio
12 Testimonianza di un morto ammazzato per annegamento
Gerardo Pozzi è un cantautore bergamasco trapiantato in Triveneto e un batterista trapiantato al pianoforte. Del suo disco francamente non saprei cosa dire, se non fosse che ogni brano è un piccolo o un grande capolavoro. Un individuo che scrive una canzone che si intitola “Testimonianza di un morto ammazzato per affogamento” e che canta il testo sott’acqua (infatti l’intera parte cantata è un gargarismo, intonatissimo peraltro), non ha bisogno d’essere presentato da me. Poi se proprio vi devo fare un favore, posso parlarvi di brani come “La congiura “ (finalista al premio De Andrè 2009), o “Sacrocranio” (memorabile la strofa in cui dice … e mi stanno sul cazzo tutti gli esseri umani).

La cosa formidabile di questo disco è che potrebbe essere ascoltato ore e ore da un filantropo e riscuotere un parere positivissimo, vista la delicatezza (anche negli improperi) e il tono conflittuale ma essenzialmente mite, come lo è quello di ogni persona perbene che perde le staffe. Poi veniamo al caso mio: un misantropo convinto e irriducibile a cui stanno sul serio “sul cazzo tutti gli esseri umani”, tuttavia mai asociale… e mi trovo comunque ad ammirare il lavoro di Gerardo Pozzi, con un pizzico di invidia: come fa costui ad aver trovato questa formidabile alchimia fra il desiderio di tirare calci nel sedere e l’esigenza di soccorrerci a vicenda?

Se avete bisogno di un disco d’analisi, ma non quell’analisi da supermercato che ci propinano i pluridecorati sociologi dell’era contemporanea, quelli che ululano con tono agonizzante frasi protomummiesche sul funzionamento o meno delle teorie neostrutturaliste made in Usa (perché gli americani so forti!); prendete questo disco sia che siate dei filantropi, sia che siate dei misantropi, o sia che stiate nel mezzo… male non può farvi e sicuramente vi calmerà o vi aiuterà a incazzarvi. Spesso l’unico modo per calmarsi è vedere gli altri che si incazzano… come del resto l’unico modo per incazzarsi è vedere gente troppo calma. Buona incazzatura o buona pace interiore, Gerardo Pozzi non celebra la “normalità”, la condiziona!

Crediti:
Gerardo Pozzi: voce, batteria (1, 2, 4, 6, 7, 8, 9), pianoforte (1, 2, 3, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12), bassotuba sint. (2), pseudotromba in tubo di gomma, (2) pernacchia (2), gargarismi “voce sott’acqua”(12); Michele Gava: contrabbasso (1, 7, 9); Davide Camerin: chitarra acustica (1, 3); Sandro Gentile: bottiglie di vetro svuotate e “soffiate” (1), organetto (1), bassotuba sint. (2) suonodi locomotiva a vapore (7), suono di “automobile su strada in agosto” (8), minimoog (10, 11, 12), sintetizzatore (10, 11, 12), mare di Torre del Lauro (12), “vortice” del lavandino (12); Basilio Gentile: congas (2, 9), chitarra classica (4), chitarra classica preparata (5), organetto (6), carillons (6), darabukka (9); Luca De Marco: fisarmonica, (2, 3, 8), cori (2) ; Franco Abriani: chitarre (2), cori (2), chitarra “blues” (7), chitarra elettrica (7), chitarra jazz (9) ; Gianmarco Dazzi: basso elettrico (3, 4, 5, 6, 8); Iseo Pin: batteria di cartoni (3), coperchi di pentole (3) ; Sabrina Pizzol: flauto traverso (4, 8); Anna Poser: voce della Piccola Ribelle (6); Marco Napoletano: armonica a bocca (7) ; Alberto Cantone: chitarra “paperoso-hawaiana” (9), chitarra solista (9).

Testi e musiche di Gerardo Pozzi.(Midiroom Studio Musica su Misura – www.sandrogentile.it).Al mixaggio hanno partecipato: Alberto Cantone, Luca De Marco, Sabrina Pizzol, Gerardo Pozzi.. Disegni: Debora Fior. Realizzazione grafica: Gianmarco Dazzi e Alberto Ceschin


Gerardo Pozzi
"Sconosciuti e imperfetti"

La Noce - 2011
Il disco è disponibile ai concerti
o richiedendolo all’autore.

Su Bielle
Ascolti: "Testimonianza di un morto ammazzato per annegamento"
Recensione: "Sconosciuti e imperfetti" di Fabio Antonelli

Sul web
MySpace

Ultimo aggiornamento: 14-04-2011
HOME