Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Vasco Rossi : "London Instant Live 04-05-2010"
Ma si sente male! Il piacere allora qual è?
di Giorgio Maimone


Ascolti collegati


Vasco Rossi
Buoni e cattivi

Vasco Rossi

Il mondo che vorrei

Ligabue
Arivederci mostro!

Vasco Rossi
Stupido Hotel


Carmen Consoli
Elettra


Jovanotti
Safari

Crediti:

Tracklist

Cd1
01.
Un gran bel film
02. Ieri ho sgozzato mio figlio
03. Cosa vuoi da me
04.La nostra relazione
05. Sto pensando a te
06. Gli angeli
07. Domenica lunatica
08. Bollicine
09. Anima fragile
10. Io perderò
11. Ad ogni costo.

Cd2:
01. Sono ancora in coma
02. Delusa
03. Quanti anni hai
04.
...Stupendo
05. Un senso
06.
Deviazioni
07. Il mondo che vorrei
08. Sally
09. Dillo alla luna
10. Incredibile romantica
11. Vita spericolata
12. Canzone
13. Albachiara

Spiace sparare sugli eroi che invecchiano, ma da quanto tempo è che Vasco Rossi non fa, non dico un disco, ma una canzone memorabile? Troppo. Forse da "Ti prendo e ti porto via" del 2001. Nel nuovo millennio si contano sulla punta delle dita gli episodi memorabili. E questo live londinese unisce all'assenza di novità, tipiche di un live, un volume sonoro che è di preminenza di basso e batteria. E' il cuore del rock, certo, ma qui non si sente altro. E allora quale può essere lo scopo di questo acquisto? Una memorabilia per chi c'era, forse anche indispensabile (non è facile per un italiana fare un concerto a Londra), quindi una memorabilia anche per Vasco. Per tutti gli altri è totalmente inutile.

E in effetti, diamone atto, il doppio cd qui offerto è in edizione limitata, quindi non destinato a fare record di incassi. Ma anche in questo caso sale forte la perplessità del perché, neanche per fan! Il concerto risale al 4 maggio 2010, prima tappa europea del tour indoor. Vasco è di scena all'Apollo Hammersmith, leggendario tempio del rock inglese: per lui e per la band è e rimarrà "un gran bel film" come il titolo della prima canzone in scaletta. L'instant live deve il suo nome al fatto di essere uscito il 22 giugno, pochissimo tempo dopo il concerto

Non vale certo la pena di starvi a raccontare che brani come "Bollicine", "Albachiara", "Domenica lunatica", "Sally", "Vita spericolata" o "Dillo alla luna" hanno fatto parte della storia della musica italiana degli ultimi anni. E' un fatto. Ma è altrettanto un fatto che in questo live,. per quanto istantaneo, da Londra non si senta una sola parola dei testi. Vasco Rossi, peraltro, non è di sicuro Bob Dylan (o De Gregori) che di volta in volta cambia i brani per rendere impossibile ai fan seguirlo nel canto. Vasco non solo facilita l'opera, ma la incoraggia e in "Albachiara" si fa fatica a dire se in fin dei conti il signor Rossi più famoso della musica italiana fornisca la sua partecipazione o meno. Quindi io dovri pagare per sentire Cesare, Annina, Jolanda e Samantha, Riccardo, Nicola ed Elvira che intonano "Respiri piano per non far rumore / ti addormenti di sera / ti risvegli col sole / sei chiara come l'alba". No, grazie. Se non sono Cesare o Annina, Jolanda o Samantha, Riccardo o Nicola o Enrica preferisco spendere i miei soldi per un brano dove canti Vasco Rossi.

Insomma, delusione è la sigla dopo l'ascolto delle 24 canzoni che costituiscono il corpus di "London Instant Live", non perché le canzoni siano brutte (sono tutte famose e meritatamente), ma perché l'operazione non ha un senso logico percorribile e la registrazione è di qualità appena accettabile, venendo da una major e da una superstar come Vasco Rossi, con la voce del nostro stranamente in ombra. In quanto alle chiacchiere tra un brano e l'altro, dimostrano solo che per Vasco l'inglese al massimo resta un film con Terence Stamp e non una lingua con cui chiacchierare con il pubblico. Totalino, siamo a Londra, ma se non lo dicesse lui a un certo punto potremmo essere a Cattolica. Italiano l'artista, italiano il pubblico. Ha senso? Altra cosa, da un punto di vista tecnico: è vero che è un live, ma ogni brano deve iniziare col "batto quattro" della batteria inevitabilmente? Non lo si poteva zeppare in post-produzione? Insomma, un Vasco minore che non fa giustizia al suo fratello maggiore, l'Amico fragile che in tanti amiamo.

Vasco Rossi
"London Instant Live 04-05-2010"
Emi - 2010 (doppio Cd in edizione limitata)
In tutti i negozi di dischi

Su Bielle

Sul web
Sito ufficiale

Ultimo aggiornamento: 07-08-2010
HOME