Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Leitmotiv: "L’audace bianco sporca il resto"
“E’ già tardi” per il paese dei “Balocchi”
di Corrado Sciò


Ascolti collegati


Scraps Orchestra
Nero di seppia

Scraps Orchestra
Il diavolo di mezzogiorno

Ruben
Da qui non si vedono le stelle

Gang
Dalla polvere al cielo

Creme
Sulla collina puoi seppellire ...

Malaavia
Vibrazioni liquide

Crediti:

Giorgio Consoli (voce), Giovanni Sileno (chitarra e piano), Giuseppe Soloperto (basso), Dino Semeraro (batteria). Da Aprile 2007, la formazione base si è arricchita di Natti Lomartire (chitarra).

Produzione artistica: Amerigo Verardi
Ingegnere del suono: Maurice Andiloro

Registrato e Missato da Maurice Andiloro al Pan Pot Studio (Brindisi) di Antonio Bruno tranne le tracce 7, 10, 12, missate al Birdy Shop Studio (Brindisi) da Silvio Trisciuzzi
Mastering eseguito da Claudio Giussani e Maurice Andiloro presso lo studio Nautilus (Milano)

con la partecipazione di:
Piero Iunco: violoncello in Magno Gaudio Populi, Vizi Pubblici Private Virtù, Donca, Tango Fluvial, Nuhar (ii)
Angela Albanese: voce in Nuhar (i), Puerto Nuevo, Le Bonheur
Les Choristes, dirette da Giovanna Pesare: coro in Down
Amerigo Verardi: bouzouki in Nuhar (i)

Immagine di copertina e Grafica: Gaetano Maiorano
Il profilo di donna in copertina è un disegno di Margherita Grassi
Fotografia interna: Enzo Mancini

Produzione esecutiva: La Fabbrica e Leitmotiv
Ufficio Stampa: iMiuzik Media


Tracklist

1. Balocchi
2. La Flute Magique
3. Magno Gaudio Populi
4. Vizi Pubblici, Private Virtù
5. Nuhar (i)
6. Puerto Nuevo
7. Lookin' Forward
8. Donca
9. Acqua di Luna
10. Down
11. 24h
12. E' già tardi (piano solo)
13. Tango Fluvial (triste, ordinario y final)
14. Le Bonheur
15. Talita Kum
16. Nuhar (ii)





Osserviamo un gruppo di cronisti, dalla sintassi autoaggregante e la floridità di ingegno. Quest’album (di esordio) è uno spot alle “sonorità” prese per intiero. Compaiono recitazioni su atmosfere di musica contemporanea prejazzistica, appunti rappati alla Frankie NRG MC, folk sciamanico delle strade camionali statunitensi, beccate in genere “Scraps Orchestra” e arzigogoli popolari dal fogliame etnico.

Un’ottima consolazione e una piacevole scoperta. Abbigliamento del concerto non può che essere la “terra” compresa delle sue gemme. Fra il teatro intimista e lo stadio dove zampettano gli appassionati POPpettari, si colloca questo lavoro: coraggioso ma umile, ricercato e ben riuscito. Una dimostrazione di quanto la cultura non si addormenti nei ristagni del suo tempo, di quanto ci sia ancora da dire: per quanto parole e note siano state numerate, qualcuno riesce ancora a ridisegnarne l’ordine.

L’unica cosa studiata meno, forse sta nel numero dei brani (ben 16), che in questa pattumiera di mercato potrebbe rivelarsi un limite: essere così generosi a volte (agli scemi, e credetemi sono come le stelle di De Gregori, milioni di milioni) dà un senso di gratuità dilettantistica che abitua il pubblico a considerare l’artista un intrattenitore e l’opera una testimonianza anonima che ha straripato.

Del resto siamo completamente drogati da offerte di televisori-cassadamorto di cui vanno esaurite le scorte, allettanti per il prezzo spropositato rispetto alle prestazioni: se devo spendere un minimo di 600 euro per vedere in alta definizione Bruno Vespa, capite quanto valore venga assegnato agli acquisti come investimento in qualcosa che si crede valido perché ha un forte costo e di conseguenza un’attendibilità socialmente riabilitante.

Mi auguro che questo non accada ai Leitmotiv, che vendano più copie di Giovanni Allevi che in un ogni disco ci inserisce un “din don dan” ogni due pisolini e che questo meraviglioso lavoro trasporti le ancora troppe cenerentole della musica leggera in direzione di un collettivo rialzo intellettuale, nobile e contagioso.

I Leitmotiv sono: Giorgio Consoli (voce), Giovanni Sileno (chitarra e piano), Giuseppe Soloperto (basso), Dino Semeraro (batteria). Da Aprile 2007, la formazione base si è arricchita di Natti Lomartire (chitarra).


Leitmotiv
"L'audace bianco sporca il resto"
La Fabbrica, Leitmotiv
distribuzione digitale:
iTunes, Amazon, PayPlay (presto anche su Napster, GreatIndieMusic, GroupieTunes, Tradebit, Verizon, Inprodicon…)

Punti vendita: Bologna: Disco d'Oro, via Galliera, 23 / Brindisi: Birdy Shop, via provinciale S.Vito, 26 / Taranto: TRAX Cd & Vinyl store, via Umbria, 22 / Manduria (TA): Libreria Agorà, vico del Calvario, 1 - Libreria Caforio, via Borsellino, 7 / Sava (TA): Cartolibreria Snoopy, Piazzetta Padre Pio / Casarano (LE): Libreria Del Genio, corso XX Settembre, 140. in attesa di distribuzione tradizionale…

Ordina CD via RockIt

Sul web
Sito ufficiale
Myspace
Ultimo aggiornamento: 23-01-2009
HOME