Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 














 
Le BiELLE RECENSIONI
AAvv: "Roba di Amilcare"
Un omaggio al fioraio che amava i cantautori
di Lucia Carenini


Ascolti collegati


AAVV
Canzoni per te

Max Manfredi
Seguendo Virgilio

Oanbrumisti
Quelle piccole cose

Max Manfredi
Max

Augusto Forin
Concerti

Federico Sirianni
Onde clandestine

Musicisti:

Roberto Cipelli: piano
Paolo Fresu: tromba, flicorno, multieffetti Philippe Garcia: batteria
Gianmaria Testa: voce, chitarra
Attilio Zanchi: contrabbasso

Produzione artistica :

Roberto Cipelli e Paola Farinetti

Tracklist

01. Lontano lontano (F.Guccini)
02. Amilcare Rambaldi (R.Benigni)
03. Camera con vista sul deserto (Liga)
04. Tre uomini (O.Vanoni)
05. Genaova per noi (CB de Hollanda)
06. Roba di Amilcare (P.Conte)
07. De Profundis (G. Conte)
08. Per non morire (C.de André)
09. La guerra di Piero (F. de André)
10. Dal fronte non è più tornato (Finardi)
11. Waterloo (R.Vecchioni)
12. Il disertore (I.Fossati)
13. Lamento... (G.Marini)
14. Se potessi amore mio (V.Capossela)
15. Col tempo (G.Paoli)
16. Primo aprile 1965 (A.Branduardi)
17. Il primo giorno (S.Godinho)
18. Attaccami la spina (Jovanotti)
19. Rientro (Gianni Siviero)
20. Trenta secondi (F.Baccini)
21. Milonga bislonga (D.Riondino)

Amilcare Rambaldi, chi era costui? No, non stiamo parlando di un qualunque Carneade, ma dell’inventore del Club Tenco, Sì, proprio quella tre giorni d’autunno che da più di 30 anni raduna sul palcoscenico del Teatro Artiston di Sanremo un sorta di controfestival, fatto di qualità e poesia piuttosto che di fuffa commerciale.

Amilcare lo decise quando il suo amico Luigi s’era sparato, a parziale risarcimento e bilanciamento di quello che il Festivalone era diventato. Sì, perché anche nell’invenzione di quell’altro Festival c’era stato lo zampino di Amilcare. Nel segno di Tenco e della canzone d’autore, quella lontana dalle mere ragioni di commercio – ovvio che poi ai cantautori non è che faccia schifo vendere I dischi, ma non è lì il punto – nacque così il Club Tenco, fiero della sua origine ‘altra’ e sponsorizzato da Amilcare, persona alla quale non importavano i grandi numeri e disposta a metter mano al portafoglio – il suo – quandoi i conti non tornavano.

Roba di Amicare raccoglie il meglio delle serate di un arco temporale lungo 20 anni (il brano più vecchio è Tre uomini, cantato da Ornella Vanoni nel 1981, il più recente un inedito di Paolo Conte, che dà il titolo all’album, registrato il 25 ottobre 1997) che propone una summa della canzone d’autore italiana accanto a qualche chicca internazionale.

Tra gli artisti coinvolti nell’operazione, solo per fare qualche nome, ci sono Guccini che canta “Lontano Lontano”, Ligabue, De André, Capossela, Fossati, Giovanna Marini, Jovanotti, Chico Buarque de Hollanda in una versione particolarissima di "Genova per noi", nonché Roberto Benigni in una canzone originale in cui sbeffeggia Craxi e David Riondino.

A corredare il tutto, un ricco libretto con testi scritti per ricordare Amilcare (Michele Serra, Gianni Mura, Gino e Michele), disegni (Andrea Pazienza, Milo Manara, Sergio Staino, Joni Mitchell, Altan, Crepax) e fotografie.

AAVV
"Roba di Amilcare"
Alabianca - 1999
Di difficile reperibilità

Su Bielle
Club Tenco 2008
Sul web
Ultimo aggiornamento: 30-11-2008
HOME