Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Luca Barbarossa: "Via delle storie infinite"
Musica biologica. E fatta a mano
di Giorgio Maimone


Ascolti collegati


Massimo Bubola
Ballate di terra & d'acque

Mario Castelnuovo
Come erano buone le ciliege del'46

Francesco De Gregori
Amore nel pomeriggio

Otto Ohm
Naif

Massimiliano Larocca
La breve estate

Roberto Vecchioni
Di stelle e di rabbia

 

Musicisti:
Luca Barbarossa (chitarre e voce),
Adriano Pennino (piano),
Agostino Marangolo (batteria), Gigi De Rienzo (basso), Mario Schilirò, Maurizio Fiordiliso, Danilo Pao, Mario Amici (chitarre). Tra le collaborazioni, anche quelle di Cristiano Micalizzi e Cesare Chiodo, oltre alla presenza dell'orchestra di archi DIMI.


Tutti i brani sono scritti
da Luca Barbarossa

 



Tracklist

01. Via delle storie infinite
02. Un altro giorno
03. Invece no
04. Greta
05. Aspettavamo il 2000
06. Dio non è
07. Forme di vita
08. Se fa paura l’amore
09. Vai vai
10. Cose e rose
11. Un po’ d’eternità
12. Lieto fine

È un disco di sano artigianato, dove le canzoni sono tutte suonate e da musicisti veri, un disco che suona acustico e gentile e dotato di guizzi in grado di interessare anche l’ascolto più distratto.

A partire da tre caposaldi: "Via delle storie infinite", la canzone che ci ricorda che la passione non passa e che l’amore, una volta che c’è stato, può essere per sempre. "Greta", invece, garbata storia di un amore giovanile, per una ragazzina che «potrebbe essere mia figlia e non lo è» e che «ascolta le canzoni di Jacques Brel». Non esattamente una ragazzina qualsiasi!

E poi "Aspettavamo il 2000", vero e proprio canto generazionale: «La mia generazione è sopravvissuta persino al tuca tuca / e alla guerra fredda / alla moto senza casco, all’avvento della disco, all’’arresto di Valpreda /eravamo convinti che RIvera fosse Dio / e che quello di Mina non fosse un addio». E avanti cos’ in questa commistione di alto e basso, tra Nikka Costa e la P2. Una sorta di "Nuntereggae più" aggiornata a ieri. Ballate morbide alla James Taylor per un cantautore che ha ancora molte cose da dire
.

"Via delle Storie Infinite" è stato pubblicato in anteprima esclusiva su iTunes il 15 aprile 2008, giorno del 47esimo compleanno di Luca.

Per l'occasione “Via delle Storie Infinite” conteneva, oltre le 12 tracce della versione originale, 3 bonus track (“Al di là del muro”, “Via Margutta” e “Yuppies”) estratte dal concerto tenuto all’ Auditorium Parco della Musica di Roma il 22 Novembre 2004 e immortalato nel dvd “Luca Barbarossa in concerto”.

E' il primo disco di Luca, dopo un silenzio di cinque anni ("il mio record") in cui ha fatto soprattutto live, ma non ha inciso, interrogandosi invece su che senso poteva avere cercare di fare dischi in un'epoca che dei dischi sembra intenzionata a fare a meno. Poi è arrivato lo spunto, l'occasione, la voglia di raccontare altre storie ed ecco "Le vie delle storie infinite".

"Parla delle storie di ieri - dice Luca - degli amori di ieri, è una conversazione con una persona amata con la quale non si sta più insieme ma è un amore infinito che non passa, che ci accompagna non come tormento ma come formazione. Le vere passioni, i veri amori, le cose che ci hanno toccato l’anima per fortuna le portiamo con noi. Sono le proteine, sono le cellule. Impariamo anche ad amare grazie agli amori vissuti ieri. Quindi è una canzone di ricordi, di suggestioni, di immagini, di stato d’animo. Come tutte le canzoni poi va sentita. Parlarne è sempre difficile e anche patetico".

Oltre ai tre brani "forti", quasi tutte le altre canzoni restano su livelli molto piacevoli esempre sopra la sufficienza. D'altra parte cosa ci si può aspettare da un musicista nato al suono della west coast music, che ama i suoni "biologici", i temi teneri, l'approccio gentile sia alle orecchie che alle tematiche e che, nonostante la lunga assenza, o forse proprio per quella, ha tanto da raccontare? Luca Barbarossa lo sa raccontare molto bene. E "Via delle storie infinite" è un disco che non dovreste mancare di ascoltare.

Luca Barbarossa
"Via della storie infinite"
Universo/Warner - 2008
Nei negozi di dischi

Sul web
Sito ufficiale
MySpace
Ultimo aggiornamento: 04-05-2008
HOME