Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


 















NEWS Febbraio 2008

Fabularasa, finalmente il disco!
Esce pubblicato dalla Radar, etichetta Egea, "En plein air"
Primo disco, a lungo atteso, del gruppo barese Fabularasa

Il demo
Il meglio del 2007
Sono 11 brani, radunati attorno a una concezione di musica che affonda radici nel progressive rock come nella musica d'autore, nel jazz come nella musica popolare. Dicono i Fabularasa di loro stessi: "è come quando De André incontra Bill Evans" e credo ci siano andati abbastanza vicini, soprattutto a livello di sintesi. Vogliamo fare nomi più vicini? Dai seminali Sulutumana (ora SemiSuite), alla Piccola Bottega Baltazar, dagli Espanta Bruixas ai Camillo Cromo. Dalla Pfm ai Jethro Tull. Ok, con l'ultimo paragone ci siamo forse fatti prendere un po' la mano. Ma era per definirne i contorni. Per il resto troviamo nei Fabularasa quella voglia di suonare e fare musica che ci è sempre piaciuta. Ossia la sensazione di un gruppo che non si limita a tirare i 3 minuti del brano per chiudere in fretta un compito dovuto, ma che prova piacere a lasciare andare gli strumenti, di modo che la musica galoppi attorno. (segue)


21/02 -È uscito in questi giorni nei negozi “En plein air” l’atteso primo album dei Fabularasa. Pubblicato all’interno del catalogo “Radar” della EGEA, prestigiosa etichetta attiva da anni nel settore del jazz e della musica d’autore, l’album raccoglie i brani più significativi del repertorio messo a punto in questi anni dal quartetto formato da Luca Basso, voce; Vito Ottolino, chitarre; Leopoldo Sebastiani, basso; Giuseppe Berlen, batteria. Loro, i Fabularasa, lo presentano così: "Undici tracce variamente colorate, tutte caratterizzate dal sound solare e dallo stile originale del gruppo.“En plein air” è un lavoro denso, ricercato, frutto di ben tre anni di lavorazione (tra scrittura dei brani e produzione in studio), curato nei dettagli e impreziosito dalla presenza di importanti ospiti internazionali, come il geniale polistrumentista degli Oregon Paul Mccandless (anche quest’anno in lizza per un Grammy nella categoria “Miglior assolo jazz”) ,

l’armonicista Bruno De Filippi uno dei padri del jazz italiano, il flautista Nicola Stilo e il musicista algerino Abbes Boufrioua.
Fabularasa è un laboratorio artigianale di suoni, musiche e versi aperto a Bari dal febbraio 2004. Canzoni schiette, levantine, alla cui confezione i quattro musicisti del gruppo (Luca Basso - parole; Vito Ottolino - chitarre; Poldo Sebastiani - basso; Giuseppe Berlen - batteria e percussioni) si dedicano con perizia quasi sartoriale.

Quella dei Fabularasa è una musica fatta a mano: essenze di jazz e la curiosità per i ritmi e i suoni del Mediterraneo a vestire una nuove idea di canzone d’autore, corsiva e corsara". Parola di Bielle: il disco era molto bello anche quando era in fase di demo. Ora è un vero gioiello che si candida a essere uno degli imperdibili 2008.

Tutte le notizie su www.fabularasa.eu
Tutte le date della presentazione dell’Album nella sezione “Dal vivo”.

Google

Cerca su Bielle
Cerca nel web


Archivio news
HOME