Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 














 
Le BiELLE RECENSIONI
AAVV: "Porta dei Canti"

Genova sotto una nuova luce
di Fabio Antonelli

Premetto di non amare quasi per nulla le compilation o, all’italiana, le raccolte di canzoni d’artisti diversi, generalmente assemblate più per scopi meramente economici che non per fini artistici. Qui però il discorso è diverso, si tratta di un disco tematico che ha come denominatore comune la città di Genova, vista attraverso la canzone d’autore e che vede impegnati artisti come Isa, Cristiano Angelini, Alessio Lega e Mokacyclope, Max Manfredi cantare canzoni di Gian Piero Alloisio, Cristiano Angelini, Paolo Conte, Cristiano De André, Fabrizio De André, Ivano Fossati, Isa, Alessio Lega, Oliviero Malaspina e Max Manfredi.

Il menu è dunque ben assortito, ma non è la quantità a valorizzare l’intera opera (più di un’ora di musica), bensì la qualità degli interpreti e delle canzoni in essa contenute.

Padrona di casa nel disco è Isa che, in quanto ricercatrice dell’Istituto di Storia dell’Europa mediterranea (CNR) che ha finanziato l’impresa allegando il cd al volume Genova. Una porta del Mediterraneo, è anche corresponsabile dell’intero progetto musicale con Luciano Gallinari, curatore della miscellanea. Troviamo qui Isa impegnata come interprete sincera e davvero magnifica di canzoni che vanno da “Genova per noi” di Paolo Conte in una versione molto particolare, grazie al fondamentale contributo di Guido Facchini alle tastiere e di Franco Ranieri alla chitarra elettrica, a “Chi guarda Genova”, passando per “La città vecchia” - splendida canzone tra le più "deandreiane" tra quelle scritte dal compianto Fabrizio con un “sentirti dire micio bello e bamboccione” da brividi -, “Notti di Genova”, “Passalento”, “Le acciughe fanno il pallone”, e “D’ä mæ riva”, fino alla bonus track rappresentata da una sua nuova canzone “Passaggio”, degna di essere inserita tra le suddette belle canzoni e in cui conferma le sue capacità di scrittura e d’apertura melodica.

Che dire invece degli ospiti?
Cristiano Angelini, esordiente su cd proprio in quest’occasione, mi ha davvero impressionato con la sua canzone “L’ombra della mosca”, splendida dal punto di vista del testo; l’atmosfera evocata dalla musica scritta dallo stesso Angelini dà risalto alla parte scritta e la rende un ottimo biglietto da visita per un prossimo lavoro tutto suo.

Alessio Lega, accompagnato dai Mokacyclope, una costola dei Mariposa, è degno interprete di “I Fiascheggiatori” di Alloisio, facendone quasi una canzone sua, soprattutto per il suo stile. L’inedito di Alessio Lega, “I funerali del pirata”, finora disponibile solo in una versione demo presente sul suo sito, in questo disco assume un’epicità venata di malinconia davvero mirabile.

Infine Max Manfredi che ripresenta due tra le sue più belle canzoni: “Il fado del dilettante” e “Il molo dei Greci” in versioni più snelle rispetto alle originali, ma non per questo meno affascinanti, per chiosare poi il disco con un inedito di rara bellezza, “Le ultime ore del Capitano Blif”, in cui si dimostra davvero inarrivabile sia nel rimare “non sono così miscio da farmi un nepente on the rocks” con “diavoli del liscio che si avventurano sul suono come il mare sui docks” (confesso di essere dovuto ricorrere al dizionario d’inglese per capirne bene il significato), come nel chiudere il lungo brano facendoci “vedere” il capitano Blif “Occhi chiusi d’angelo che gioca a tocchi, e non ha nulla, Abbraccia la barista giovane, le crepa sulle tette. Quando rutta via l’anima ritorna un bimbo in culla”.
Ma il suo contributo non finisce qui: lo troviamo infatti anche nelle vesti di fine dicitore ad affrontare due frammenti tratti da “Antica Genova” di Camillo Sbarbaro e “Il sentiero dei nidi di ragno” di Italo Calvino.

Completa il lavoro un libretto ricco di fotografie e d’annotazioni.

Insomma un disco davvero irrinunciabile con un unico neo, il fatto di essere per ora acquistabile - riuscendo nell’impresa di farselo ordinare dalla propria libreria di fiducia - unicamente come allegato della miscellanea in due volumi, edita dal genovese Glauco Brigati & C. e targata 2005.



AAVV
"Porta dei Canti"

Cnr/Isem 2006 ( due libri “Genova, una “porta” del Mediterraneo” e cd allegato)
nelle librerie (euro 35,00)

Ascolti collegati


Ultimo aggiornamento: 10-07-2006

 
HOME