Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.

 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Africa Unite : "Controlli"

Sempre più elettronici, sempre più incazzati
di Dodo

Formazione parzialmente rinnovata per gli Africa Unite che esplorano coraggiosamente nuove frontiere musicali, soprattutto all'insegna dell'elettronica e del dub (si riconosce la forte impronta di Madaski).
Non a caso gli Africa (25 anni di carriera quest'anno!) sono la migliore realtà reggae del nostro panorama, capaci di avere un proprio stile, unico e riconoscibile, e, contemporaneamente, di inventare sempre nuovi percorsi.

"Controlli" è un album dove si rincorrono le anime e le voci dei due leader storici - dal canto ipnotico di Bunna ai rap rabbiosi di Mada - mischiate agli interventi di diversi ospiti, tra cui Raiz (ex Almamegretta).
E' un disco dalle sonorità spesso spiazzanti che ad ogni ascolto però svela qualcosa di nuovo e sa conquistare.

Quasi un concept-album di forte denuncia, attorno al tema conduttore: i “Controlli” …perché "non siamo liberi come pensiamo di essere". Così si passa dai risvolti più intimi delle gabbie mentali (The cage) o del trovarsi in balìa di un'amante-mantide che travolge ineluttabilmente (Amantide), alle critiche durissime alla chiesa e a un certo modo di vivere/subire le fedi così fuori dal tempo (In nomine) da condizionare comportamenti spesso criminali (Bit crash). E poi il rifiuto all'omologazione (Sotto pelle) e al farsi influenzare dalle false verità inculcate (Il segreto del numero scomparso) dai media controllati e assuefatti ai poteri e piegati all'ignoranza dominante (Beatkilla, il pezzo più ostico).

Fino alla "Play another game" scritta per il progetto PlayUp: artisti di ogni parte del mondo riuniti per ritrovare lo spirito originario del gioco del calcio (così lontano da quello a cui assistiamo oggi in tv): lo sport di Bob Marley, il calcio che in Brasile è un vero fenomeno culturale, legato in qualche modo alla samba e cantato, tra gli altri, da autori come Chico Buarque e Arto Lindsay. Completa l'album una elaborata cover di "Once in a lifetime" dei Talking Heads.

Non è il loro disco migliore e spiazzerà i fans più tradizionali(sti) ma è la prova che gli Africa Unite hanno ancora molto da dire e sanno come farlo. Dal vivo, poi, sono sempre eccezionali.


Africa Unite
"Controlli"

Metod/Venis 2006
nei negozi di dischi (euro 15,00)

Ascolti collegati

Ultimo aggiornamento: 17-05-2006

 
HOME