Una Brigata di memoria, di cultura, di utopie,
di speranze, d'informazione, dell'uomo.


Scarica le canzoni per la pace
 














 
Le BiELLE RECENSIONI
Trio Milonga: "Trio milonga"

Cuba all'Idroscalo. Il sapore esotico della vita
di Giorgio Maimone

Se il secondo disco del Trio Milonga è interessante per i testi e per i brani scritti in italiano, oltre che per una musica suonata sempre in punta di dita con grande discrezione e classe, il primo disco è quasi forse più bello. La cosa migliore è ascoltarli uno dopo l'altro, come sto facendo in tutto questo sabato uggioso. La linea di confine tra l'uno e l'altro è quasi inavvertibile. Se poi, per puro caso vi capita di ascoltare nel giro di un breve lasso di tempo, anche l'ultimo disco di Fiorella Mannoia, "Onda tropicale", la differenza salta all'occhio. Professionale, professionalissimo il disco di Fiorella, intarsiato di duetti di alto livello, ma da filodiffusione. Vitale e imperdibile questo "Trio Milonga".

"Trio milonga" è stato inciso nel 2002 ed è una piccola miniera di classici, soprattutto cubani degli anni '30/'40. Con una chicca italiana dello stesso periodo: "Non partir", scritta nel 1938 dal maestro D'Anzi. sono 14 pezzi, bizzarramene chiusi da una "Star trek theme" (che fu sigla di una trasmissione di Radio Popolare) che però non stona con l'insieme.

Per il resto otto pezzi sono cubani, due di Trinidad, uno brasiliano, uno Argentino, uno pare sia stato scritto ad Amsterdam, poi ci sono il brano italiano e quello americano già citati. L'età di composizione dei brani è simile: tutti compresi tra il 1928 e il 1940, tranne "Jamaica Farewell" del 1956, "Como la cigarra" del 1972 e "Star Trek Theme" del 1966.

Trio Milonga: "Nel metro"

Trio Milonga: "L'année passée Rum & Coca Cola"

Sul loro sito, il Trio spiega che "questa prima raccolta firmata dal gruppo attinge principalmente al repertorio latino-americano, riproponendo classici consacrati insieme a brani sconosciuti ai più, reinterpretati alla luce di un gusto europeo e contemporaneo ma senza concessioni a stereotipi commerciali. Obiettivo di tale operazione non è tanto l'esemplificazione del rigore filologico, quanto la ricerca di forme espressive originali e di atmosfere ora nostalgiche, ora ironiche, ora appassionate".Posizioni di principio che ci trovano del tutto d'accordo e che si possono dire ampiamente raggiunte.

Restano da scegliere i brani preferiti. E qui la scelta si fa molto difficile: c'è una versione di "Yolanda" il noto pezzo di Pablo Milanes che è da brividi (ed è l'unico non cantato da Marcella, che però fa i cori). Spiegano nel libretto che "Yolanda" appartiene al filone della "Nueva Trova", la canzone politica impegnata cubana degli anni settanta che si proponeva di recuperare le radici. Da applausi. Ma se Yolanda era conosciuta, del tutto ignota giunge "Rum & coca cola", un successo delle Andrew Sisters degli anni '40, costruita sulla stessa melodia del "L'année passée" che è un Calypso di Lionel Belasco composto a Trinidad nel 1906 e che qui viene proposto unito. Una canzone per l'estate.

Bella ma conosciuta "Jamaica Farewell" di cui ricordiamo la splendida versione di Belafonte, ma anche una più recente (e pure bella) di Eugenio Finardi. "Por que me tratas asì?" è invece un gioiello a me sconosciuto e "Arrola!" è travolgente, come dal suo significato etimologico (travolgere, trascinare nella danza) e ricche di fascino sono anche "Burucuntum" e l'introduttiva "Alla en el batey". Molti di questi brani, spiega il ricco libretto, sono tratti dal repertiori di Rita Montaner. mitica e spregiudicata cantante cubana di inizio secolo, conosciuta anche come "La Unica". La riproposizione è degna di altissima lode. Secondo applauso convinto per il Trio Milonga, seguito subito dal terzo: la grafica di copertina del primo è del secondo scio, curata da Giovanni Montoncello, è identica: cambia solo la luce: in questo siamo in pieno sole, nel disco più milanese, "Oltre i vetri", lo stesso panorama è visto di notte e compaiono gli occhi del gatto del Ceshire. Geniale!

Trio Milonga
"Trio Milonga"

Autoprodotto - 2002
Via mail o ai concerti o sul sito

Ascolti collegati


Ultimo aggiornamento: 25-11-2006

HOME